facebook rss

Melano: aperta la fabbrica numero 1
di Whirlpool

FABRIANO - Inaugurato lo stabilimento produttivo che accorperà anche Albacina. Obiettivo: oltre 2 milioni di piani cottura prodotti nel 2017. E' il sito più importante in Europa per la multinazionale Usa. "Crediamo nell'Italia e nel Fabrianese" ha commentato il presidente Esther Berrozpe Galindo
martedì 14 febbraio 2017 - Ore 15:20
Print Friendly

Il vice ministro Teresa Bellanova a Melano

 

Melano diventa la fabbrica Whirlpool numero uno per Europa, Medio Oriente e Africa, l’obiettivo è superare la produzione di 2 milioni di piani cottura nel 2017. La nuova vita del sito industriale, ex Indesit, della frazione di Fabriano è iniziata oggi con l’inaugurazione da parte del vice ministro il vice ministro allo Sviluppo economico Teresa Bellanova, i vertici nazionali di Cgil, Cisl e Uil, il capo di gabinetto della Regione, Fabrizio Costa, Giancarlo Sagramola, sindaco di Fabriano, Esther Berrozpe Galindo, presidente di Whirlpool Emea (area Europa, M.O., Africa) e vice presidente di Whirlpool corporation e Davide Castiglioni, ad Italia e vice presidente operazioni industriali di Whirlpool Emea. A Melano confluisce ora anche la produzione e i dipendenti del sito di Albacina, che presto verrà chiuso, integrando 14 linee produttive. Il polo di Albacina resterà ancora attivo per completare lo spostamento delle monopresse, non ancora terminato, per poi essere chiuso. “Il nostro obiettivo – ha detto l’ad di Whirlpool Emea Davide Castiglioni – è restare competitivi e arrivare a produrre 2,3 mln di pezzi l’anno nel prossimo futuro”. A Melano, nell’integrazione fra le produzioni Indesit e quelle della Whirlpool di Carinaro, Cassinetta e di due fabbriche in Polonia, sono stati già investiti 14 milioni di euro e altri 9 verranno investiti nei prossimi due anni. Sono 738 le persone che attualmente lavorano nell’impianto fabrianese, a regime saranno 900 lavoratori. Al taglio del nastro è seguito il blocco produttivo, per consentire agli operai di seguire gli interventi delle istituzioni.

I lavoratori Whirpool di Melano

“Sono orgogliosa di essere oggi a Melano in un giorno che rappresenta molto di più di un nuovo inizio”, ha commentato la presidente di Whirlpool Emea Esther Berrozpe Galindo. “Questa – ha aggiunto – è la conferma di un percorso che Whirlpool ha intrapreso con le persone di questo territorio, il Fabrianese, e le Marche, che sono stati colpiti troppo duramente in questo periodo”. Per Berrozpe è infine “un impegno con l’Italia e una responsabilità condivisa con le istituzioni di questo Paese , in cui Whirlpool crede e dove sceglie di investire per alimentare la crescita del business e del sistema Paese”.”Gli impegni del governo sono tentare di consolidare le politiche industriali e il progetto di industria 4.0. Un progetto che abbiamo immaginato e in parte scritto con l’ex ministro Federica Guidi mentre affrontavamo il tavolo della trattativa sulla Whirlpool” ha aggiunto il vice ministro allo Sviluppo Economico Teresa Bellanova. Il progetto 4.0, ha continuato, “è un piano importante. Metteremo a disposizione delle imprese innovazione, crediti di imposta, risorse non a pioggia ma destinati a innovare il sistema produttivo e rendere le nostre merci sempre più appetibili sui mercati internazionali”.

Un giorno di festa, ma non per tutti i lavoratori. I rappresentanti delle tute blu di Cgil, Cisl e Uil, a margine della inaugurazione di Melano, hanno incontrato il vice ministro Bellanova per ricordare le diverse vertenze del Fabrianese che vedono coinvolto il ministero dello Sviluppo Economico, su tutte Jp Industries e Tecnowind. “Giovedì 16 è stato riconvocato il tavolo ministeriale con le banche e l’imprenditore Porcarelli per portare a compimento gli impegni presi, poi il tavolo sarà allargato alle segreterie nazionali e territoriali del sindacato – commenta il segretario Fim Cisl Massimo Bellucci -. Va dato atto, in un momento di grande difficoltà del territorio e di tutta Italia, che il lancio dello stabilimento di Melano oggi va valorizzato: sarà l’unico stabilimento qui a Fabriano che produrrà piani cottura di tutta Europa, garantendo continuità nei prossimi anni. Per Jp e Tecnowind auspichiamo a breve di raggiungere la stessa serenità.”

Le visite alle linee produttive

 

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X