facebook rss

Il Lions Club è in lutto: è morto
stamattina Germano Agostinelli

OSIMO - In 35 anni di attività come socio ha contribuito a far crescere il sodalizio filantropico. Ma l'ex bancario è stato anche impegnato in politica, nello sport e nella cultura. Aveva 81 anni ed era malato
martedì 27 dicembre 2016 - Ore 18:02
Print Friendly, PDF & Email

Germano Agostinelli

Perde uno dei suoi rappresentanti più attivi il Lions Club di Osimo. E’ morto stamattina all’ospedale di Torrette Germano Agostinelli, che in 35 anni di partecipazione costante e ininterrotta ha contribuito a far crescere l’associazione filantropica. Aveva 81 anni ed era malato.

“I Lions di Osimo piangono la perdita del socio Germano Agostinelli e si stringono con un affettuoso abbraccio alla cara moglie Ena e ai figli – lo ricorda in una nota il presidente del club osimano, Sandro Giuliodori – Essere Lions tutti i giorni, testimoniare il valore dell’Amicizia con gesti concreti, con una disponibilità immensa e una generosità infinita.T utto questo, e anche di più, è stato Germano.  I Lions osimani perdono una colonna del Club, un persona che ha dato tanto alla nostra comunità e che continuerà a vivere nei nostri cuori”.
Funzionario da tempo in pensione della filiale anconetana della Cassa di risparmio di Verona Vicenza Belluno e Ancona di piazza Roma, Agostinelli, aveva saputo rendersi protagonista anche in altri ambiti della vita cittadina. Un osimano ‘a tutto tondo’, impegnato nella politica nelle file della Dc ma anche nella cultura e nello sport. Tutti lo ricorderanno come dirigente della Robur Basket dagli ‘70 al 2004 o come membro nel Cda de ‘La Fenice’, l’associazione che aveva affrontato la difficile fase di decollo della gestione del teatro comunale negli anni successivi alla riapertura. La camera ardente è stata allestita nella Sala del Commiato Vigiani di San Biagio, e il funerale si svolgerà alle 15 di giovedì nella Cattedrale di San Leopardo. La salma riposerà nella tomba di famiglia al cimitero maggiore di Osimo.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X