facebook rss

Caldaia rotta, rientro in classe al gelo
alle Mazzini di Castelfidardo

MALTEMPO - I genitori arrabbiati e preoccupati hanno segnalato il problema sui social media. L'assessore Pelati: "Si è verificato un blocco all'impianto di riscaldamento. Il guasto è stato sistemato alle 9 ma c'è voluto tempo prima che la pompa di calore erogasse acqua calda a tutti i caloriferi".
sabato 7 gennaio 2017 - Ore 16:49
Print Friendly, PDF & Email

Le scuole Mazzini a Castelfidardo

Rientro in classe, stamattina, con le aule a temperature siberiane per gli studenti delle Mazzini di Castelfidardo. Alcune mamme hanno segnalato il problema in tempo reale su facebook lamentando che “dopo 3 giorni di temperature sotto allo zero, i bambini sono a scuola ma i riscaldamenti non solo non sono accesi alle 8, ma non sono stati neanche preventivamente messi in funzione per riscaldare un po l’ambiente dopo 15 giorni di chiusura delle scuole per le vacanze natalizie”. E’ serpeggiato anche il sospetto che all’origine del disguido ci fosse una comunicazione sbagliata sul posticipo a lunedì della data di riapertura della scuola a causa del maltempo tra la ditta incaricata del servizio e lo stesso Comune. Il termometro non è salito prima di mezzogiorno nelle classi preoccupando le famiglie e qualche genitore ha preferito andare a riprende i figli a scuola per riportarli a casa.

L’assessore Ilenia Pelati è entrata, però, in tempo reale nel dibattito social per puntualizzare che “non c’è stata alcuna errata comunicazione, si è verificato solo un blocco caldaia – ha scritto – Ogni scuola ha un proprio codice identificativo ed un numero verde a cui far riferimento per qualsiasi tipo di segnalazione inerente al riscaldamento. I numeri ed i codici sono in possesso del personale scolastico che al momento dell’arrivo a scuola deve sincerarsi del normale funzionamento dei caloriferi. La segnalazione è’ pervenuta alla ditta incaricata, alle ore 9, la stessa ha provveduto allo sblocco. È’ normale che una pompa di calore di questa portata impieghi più di un ora per erogare acqua calda a tutti i caloriferi. Purtroppo il blocco c e’ stato, nessuno sa definire quando, poiché le strutture sono state chiuse per diversi giorni i tecnici si sono attivati appena il guasto e’ stato segnalato, la caldaia e’ partita, con i suoi tempi”. Per garantire una scuola calda per lunedì, l’impianto di riscaldamento resterà acceso anche domani.

(m.p.c.)

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X