facebook rss

Una nuova ambulanza
per la Misericordia Osimo

OSIMO - Cerimonia di consegna degli attestati del corso di primo soccorso ai nuovi volontari dell’associazione impegnata nel servizi socio assistenziali. Sono 111 gli operatori con età media di 30-40 anni. "Siamo nati solo nel 2014 ma stiamo crescendo" dice il governatore Claudio Gioacchini. Presto attivato anche un pulmino per il trasporto disabili
lunedì 23 gennaio 2017 - Ore 22:01
Print Friendly, PDF & Email

Misericordia Osimo, foto ricordo dei volontari con il govenantore Claudio Gioacchini (primo sinistra)

Sabato 21 gennaio, nel corso di una cena conviviale alla pizzeria Il Giardino di Osimo Stazione, il governatore della Onlus Misericordia di Osimo, Claudio Gioacchini ha consegnato gli attestati di superamento dell’esame del corso di primo soccorso ai nuovi volontari dell’associazione impegnata per lo più in opere di soccorso e carità a vantaggio di chi soffre. La Confraternita Misericordia di Osimo è nata ufficialmente ad Osimo il 14 Aprile del 2014 e aderisce alla Confederazione Nazionale delle Misericordie che riunisce oggi in Italia oltre 700 confraternite, fin dal 1244.

Il progetto nato nel 2013 quando in tarda serata, presso la canonica della parrocchia di San Biagio di Osimo, una persona colta da un malore improvviso ha dovuto attendere i soccorsi da Ancona, arrivati dopo un’ora circa. L’episodio ha evidenziato la necessità di avere un mezzo di soccorso sul territorio di Osimo per rafforzare il servizio di emergenza sanitaria. Da quel momento alcune persone hanno deciso di organizzarsi per concretizzare il progetto attraverso una struttura che potesse sopperire a questa esigenza.

L’obiettivo è stato raggiunto grazie alla collaborazione e al sostegno di alcuni cittadini benemeriti che hanno contribuito fattivamente a dar vita alla Confraternita Misericordia di Osimo e all’aiuto di molte aziende che hanno sostenuto economicamente il progetto. Oggi l’associazione, con sede a Osimo Stazione, cura quotidianamente l’intervento e la prestazione dei primi e urgenti soccorsi in caso di infortunio o di calamità; il trasporto di infermi e sinistrati; l’attività di assistenza sanitaria; lo svolgimento di corsi di formazione professionali finalizzati alle attività di volontariato e tutela della salute; la promozione di ogni iniziativa volta al miglioramento delle condizioni sanitarie, educative e fisiche dei cittadini.

A distanza di due anni, la Misericordia di Osimo può contare sull’apporto di 111 volontari del soccorso, età media 30-40 anni, già formati e attivi che profondono impegno nell’attività in favore dei più vulnerabili, malati e disabili, senza applicare tariffari ai trasporti ma chiedendo solo un’offerta libera ai fruitori. Tra i primi impegni che il direttivo si prefigge di realizzare nel 2017, ci sarà quello di implementare i servizi socio assistenziali con l’acquisto di una nuova ambulanza attrezzata e un pulmino trasporto disabili, che andranno a incrementare il parco automezzi attraverso i contributi e le donazioni di privati e aziende.

ambulanza misericodia

«Voglio ricordare anche l’attenzione costante che in questi mesi abbiamo riservato alle popolazioni terremotate. I nostri volontari – ha evidenziato nel corso della cerimonia il governatore Gioacchini – sono stati tra i primi a raggiungere Camerino e Ussita, aree comprese nel cratere sismico e nei giorni di massima emergenza la sede di Osimo Stazione si è trasformata nella base logistica da dove il coordinatore nazionale ha gestito e coordinato l’azione dei vari gruppi di volontari di tutte le Misericordie delle Marche. Stiamo insomma crescendo». Un momento della serata è stato dedicato al ricordo di Maurizio Marchetti, il volontario, morto a 52 anni dopo il terribile incidente sulla statale 16 nello scorso mese di settembre; durante le festività natalizie ai familiari era stata consegnata una pergamena commemorativa.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X