facebook rss

Vendita di Palazzo di Vetro,
Mancinelli: “Sì alla cittadella giudiziaria”

ANCONA - Il sindaco approva con il ritorno degli uffici in corso Stamira. "Spero solo che non ci vogliano altri 6 anni" commenta, lanciando una frecciata al presidente della Corte d'Appello Marino
venerdì 27 gennaio 2017 - Ore 20:32
Print Friendly, PDF & Email

L’ex palazzo della Provincia in corso Stamira

di Emanuele Garofalo

Cittadella giudiziaria a Palazzo di Vetro, il sindaco Mancinelli approva l’operazione, ma chiede tempi certi. “Siamo favorevolissimi al fatto che all’ex Provincia vengano insediati i nuovi uffici giudiziari, però non ci devono volere altri 6 anni. Sarei felice se la vicenda si concludesse positivamente entro il 2017” ha commentato Mancinelli, lasciando intendere che non crede in una soluzione a breve termine da parte del ministero della Giustizia. E se non si concluderà l’affare, è il commento sottinteso di Mancinelli, il palazzo resterà in vendita al migliore offerente come è stato finora. L’operazione di certo incassa il benestare del sindaco. Non è scontato, visto che il Comune è chiamato a dire la sua sul futuro di Palazzo di Vetro tramite le varianti urbanistiche e proprio Palazzo del Popolo aveva spinto anni fa per spostare dal centro i dipendenti della Provincia.

A rivelare il progetto della cittadella giudiziaria è stato il presidente della Corte d’Appello Carmelo Marino, affermando che la compravendita è in fase avanzata. Il fondo di investimenti Invimit, per conto dello Stato e del Minstero della Giustizia, dovrebbe farsi carico dell’acquisto dalla Provincia dell’immobile, al costo di 9 milioni di euro, quindi investire altri 20 milioni per rimetterlo in sesto e trasferire in corso Stamira la Corte d’Appello, il tribunale di sorveglianza e la procura generale. Il valzer di uffici lascerebbe così vuoti la Corte di Appello di via Carducci e il tribunale di sorveglianza del viale della Vittoria, entrambi di proprietà del Comune.

Palazzo della Provincia verso l’acquisto, in arrivo la cittadella giudiziaria

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X