facebook rss

Stalking alla ex,
arrestato dirigente dell’Ancona 1905

ANCONA - Fabrizio Giglio è finito in manette con l'accusa di atti persecutori nei confronti della ex fidanzata. Era consigliere nel Cda della società sportiva di Lega Pro, dalla quale ha già consegnato le dimissioni
martedì 31 gennaio 2017 - Ore 18:20
Print Friendly, PDF & Email

 

E’ finito in carcere con l’accusa di atti persecutori nei confronti dell’ex compagna Fabrizio Giglio, trentenne pugliese, imprenditore con un albergo a Rimini e componente del Cda dell’Ancona 1905, oltre che presidente di una club maltese di serie B, l’Fc Gharghur. A darne notizia l’Ansa. La squadra mobile di Rimini, questa mattina, ha dato esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare in carcere disposta ieri dal Gip Sonia Pasini, su richiesta del pm Paolo Gengarelli. L’uomo avrebbe inviato centinaia di messaggi contenenti gravissime minacce anche di morte non solo a carico della ragazza ma anche nei confronti dei suoi amici e familiari. Secondo la ragazza, Giglio si sarebbe appostato fuori dalla sua scuola in alcune occasioni, arrivando a minacciarla di ridurla come Gessica, la riminese sfregiata con l’acido dal fidanzato.
Giglio era entrato nel Cda dell’Ancona 1905 lo scorso ottobre, in rappresentanza del nuovo gruppo di maggioranza, per il momento era senza deleghe ma secondo i progetti avrebbe dovuto rilevare una quota del 15%.
Appresa la notizia dell’arresto, l’Ancona 1905 ha diffuso una breve nota, sostenendo che Giglio ha già presentato le sue dimissioni dal Cda e la società è pronta ad accoglierle.
“La società, non entrando nel merito della vicenda che nulla ha a che fare con questioni calcistiche e che riguarda la sfera privata, precisa che lo stesso aveva già rassegnato e firmato le proprie dimissioni che l’U.s. Ancona 1905 si appresta ad accogliere, alla prima riunione utile” si legge nel comunicato della società sportiva.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X