facebook rss

Colpisce la moglie con
un bastone fino a spezzarlo,
arrestato 40enne

SENIGALLIA - La lite tra due coniugi degenera, lui la colpisce con calci e pugni, arrivando a percuoterla con un bastone. Lei finisce in ospedale e il marito la va a cercare al pronto soccorso. Il giudice ha disposto il divieto di avvicinamento a casa e ai luoghi frequentati dalla donna
venerdì 3 febbraio 2017 - Ore 19:48
Print Friendly, PDF & Email

Foto d’archivio

Aggredisce la moglie con calci e pugni e la picchia con un bastone fino a spezzarlo, arrestato un uomo di Senigallia.

L’intervento degli agenti di polizia, in seguito ad una violenta lite che ha visto per protagonisti una coppia di coniugi 40enni nel centro di Senigallia, ha evitato che la violenza potesse portare a conseguenze più gravi.
Al commissariato infatti è arrivata la richiesta di aiuto della donna che, dopo essere stata aggredita e malmenata dal proprio marito, è stata costretta a mettersi in fuga da casa insieme ad uno dei figli. La donna, dopo aver sistemato il figlio da una vicina, prima ha chiesto aiuto ad un’amica, poi si è rivolta alla polizia.
Nel frattempo, viste le condizioni di salute, la donna è stata accompagnata in ospedale. Ai poliziotti, la donna ha raccontato tutta la sequenza di violenze che ha dovuto subire dal marito. A scatenare l’ira dell’uomo sarebbe stata una discussione nata in casa. Dalle urla si è passati ai colpi con calci e pugni, fino a quando l’uomo non ha iniziato a brandire un bastone, con cui ha percosso la moglie fino a spezzarlo.
I dolori lancinanti hanno costretto la donna a rivolgersi al pronto soccorso. Qui le sono state diagnosticate lesioni e contusioni in diverse parti del corpo. Ma l’incubo non era ancora finito.

Il marito infatti, visibilmente agitato, si è presentato anche all’ospedale, chiedendo della donna. Solo la presenza degli agenti gli ha impedito di raggiungere nuovamente la moglie. Dopo aver ascoltato il racconto delle violenze subite dalla donna e raccolto varie testimonianze di persone che conoscevano i rapporti difficili tra i due coniugi, la polizia ha arrestato il 40enne e ne ha disposto l’allontamaneto dalla casa, temendo che, dopo essere stata dimessa dall’ospedale, la donna potesse subire nuovi pesanti maltrattamenti. Il provvedimento è stato convalidato dal giudice che, oltre a disporre del divieto di avvincinamento all’abitazione della moglie, ha esteso il divieto di avvicinamento anche ai luoghi frequentati abitualmente dalla donna.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X