facebook rss

Osimo, da aprile 25 euro di multa
se il grattino è scaduto

VIABILITA' - Novità amare per gli automobilisti, dal 2012 il Comune aveva deciso di sanzionare solo le auto in divieto di sosta, senza ticket esposto. Da aprile, multe anche per chi sosta oltre la scadenza del grattino. E' l'effetto dell'ultima sentenza della Corte di Cassazione
venerdì 10 febbraio 2017 - Ore 18:28
Print Friendly, PDF & Email

 

 

 

Anche il Comune di Osimo si adegua alla sentenza della Corte di Cassazione sulle multe per il grattino scaduto. Dal prossimo primo aprile, l’auto sorpresa con il ticket scaduto sarà sanzionata don 25 euro di contravvenzione, che potrà essere “scontata” del 30% se pagata entro 5 giorni, diventando quindi di 17,5 euro.

Osimo, già dal 2012, si era limitata a sanzionare solo le auto in divieto di sosta senza il ticket esposto con 41 euro di multa. Il motivo era il caos di interpretazioni di leggi e codici in materia. Ora, con la sentenza 16258 del 3 agosto della Cassazione, anche il comune di Osimo si è dovuto adeguare alla giurisdizione stabilita dalla Corte suprema: è illecito amministrativo regolato dall’articolo 7, comma 15, del Codice della Strada anche la sosta con il grattino scaduto, vale a dire il parcheggio prolungato oltre la validità del ticket.

Il sindaco Simone Pugnaloni e l’assessore Federica Gatto

“Dal 1 aprile dunque, nel caso di superamento dell’orario di sosta, all’utente verrà applicata la sanzione di 25 euro prevista dal Codice della strada, ridotta del 30 % se estinta entro 5 giorni, ovvero 17,5 euro” si legge in una nota del Comune. L’assessore alla viabilità Federica Gatto aggiunge che “consapevole delle problematiche relative alla continua evoluzione giurisprudenziale in materia”, la giunta  “si è adoperata sin dal suo insediamento nell’adottare azioni mirate a contenere il disagio per gli utenti della sosta a fronte di una eventuale pronuncia della
Cassazione, come di fatto è avvenuto”.

Il maxi parcheggio di Osimo, in via Colombo

L’assessore ricorda perciò le iniziative prese per agevolare la sosta, come il costo del maxiparcheggio ridotto a 2 euro per 24 ore, l’estensione a tutti i lavoratori del centro storico la possibilità di usufruire di un abbonamento agevolato al maxiparcheggio, l’aumento del numero di posti per disabili e donne incinta nel maxiparcheggio, la creazione di “strisce bianche” a disco orario in centro, la sosta veloce con 50 centesimi di tariffa per un’ora, l’introduzione di nuovi metodi di pagamento: oltre al parcometro, al grattino, l’europark, c’è la possibilità di pagamento online con la app Easypark, che permette il pagamento effettivo della sosta dal proprio smartphone. Infine la proroga dell’apertura dell’impianto di risalita dalle ore 5 del mattino fino alle ore 24, sette giorni su sette.

Tra le novità dal 1 aprile sarà attivo un numero da usare con la app Whatsapp che permetterà di ricevere comunicazioni su eventuali modifiche alla viabilità o della sosta.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X