facebook rss

Task force di soccorsi per salvarlo
ma lui dormiva a casa con il figlio

JESI - Una pattuglia della Pm, una squadra di vigili urbani e un'ambulanza della Croce Verde allertate dalla moglie che suonava il campanello senza risposta. I pompieri hanno infranto un vetro e l'uomo ha dato in escandescenze prendendosela con la consorte. E' successo alle 18.30 al chiostro Sant'Agostino
lunedì 13 febbraio 2017 - Ore 20:34
Print Friendly, PDF & Email

Foto d’archivio

La porta di casa era chiusa, il marito, che era dentro con il figlioletto di due anni, non rispondeva e la moglie si è allarmata. Ha suonato insistentemente al campanello senza ottenere alcuna risposta. Pensando che potesse essere capitato qualcosa di grave, ha chiesto aiuto agli agenti della polizia locale di Jesi che oggi, verso le 18.30 sono arrivati al chiostro Sant’Agostino insieme a una squadra dei vigili del fuoco e un’ambulanza della Croce Verde.

I pompieri hanno infranto il vetro di una finestra al primo piano per farsi strada all’interno dell’abitazione di proprietà del Comune e con grande sorpresa hanno trovato l’uomo, un magrebino, che riposava beato sul suo letto, in camera con il bambino. Il passo successivo è stato quello di calmare l’animo di AC.. che ha dato in escandescenze prendendosela con la moglie per l’inutile attivazione della task foce di soccorsi.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X