facebook rss

Furti a Castelfidardo, il consiglio apre
al confronto con prefetto e questore

SICUREZZA - Nella seduta consiliare di ieri è passata la mozione dei consiglieri Pd-Bic. Determinante è stato l’intervento dell’assessore Ilenia Pelati (M5S) che nell’illustrare l’argomento ha ammesso l’importanza del tavlo di lavoro con le forze dell’ordine. Ok anche al mercatino della Figuretta sull'area ex Nobili non apena l'Arpam concederà il nulla osta. La nuova casa di riposo di Villa Musone sarà invece consegnata a novembre
sabato 18 febbraio 2017 - Ore 11:54
Print Friendly, PDF & Email

L’atrio di palazzo del popolo a Castelfidardo

Il Comune di Castelfidardo avvierà presto un tavolo di lavoro con il prefetto e al questore di Ancona per studiare interventi sul territorio di prevenzione e contrasto alla microcriminalità, mirati anche ad arginare il fenomeno dei furti. I reati predatori nel 2016 hanno ferito soprattutto le scuole con la razzia di tablet e computer dalle aule didattiche e informatiche.

Ieri pomeriggio è passata all’unanimità la mozione sulla sicurezza presentata dai consiglieri Lara Piatanesi e Enrico Santini del gruppo di minoranza PD-Castelfidardo Bene in Comune (leggi l’articolo). Determinante è stato l’intervento dell’assessore Ilenia Pelati (M5S) che nell’illustrare l’argomento ha ammesso l’importanza del confronto con le forze dell’ordine, pur ricordato come l’amministrazione comunale stia proseguendo con i corsi alla legalità nelle scuole e sia intenzionata ad implementare il numero di telecamere della video sorveglianza pubblica già installate in città (leggi l’articolo). Alla fine tutte le forze politiche hanno concordato con il Pd-Bic sulla necessità di avviare questo dialogo, anche il consigliere Mirco Soprani, ex sindaco di Solidarietà Popolare che ha però invitato a non cadere nella demagogia perché le statistiche rielaborate dalle forze di polizia testimoniano come l’incidenza dei reati sul territorio castellano sia contenuta (leggi articolo).

Il consiglio comunale di Castelfidardo al suo insediamento nel mese di giugno 2016. Il Salone degli Stemmi è stato lesionato dal terremoto di ottobre

Buone notizie anche per i residenti della Figuretta. Il parlamentino cittadino ha approvato anche la mozione a firma Pianatensi-Santini sull’istituzione di un mercatino sull’area bonificata dell’ex galvanica Nobili. Il progetto è piaciuto anche all’assessore Romina Calvani: l’area è già ad uso pubblico ma il semaforo verde potrà essere acceso soltanto quando l’Arpam, ente preposto alle verifiche progressive sulla salubrità dell’area, firmerà il nulla osta. La seduta consiliare di ieri, convocata dal presidente Damiano Ragnini nella sala convegni di via Mazzini, è stata caratterizzata anche dalla discussione delle interrogazioni.

Il consiglio comunale di Castelfidardo, convocato temporaneamente nella sala convegni di via Mazzini

Nel rispondere alle domande poste dal consigliere Lorenzo Catraro (Uniti per Castelfidardo) sul cronoprogramma dei lavori per la nuova casa di riposo di Villa Musone, l’amministrazione comunale ha confermato per ottobre 2017 la conclusione del cantiere, slittata di un anno perché la ditta sub appaltatrice ha consegnato i libri contabili in tribunale, con la consegna stimata per novembre dell’opera. Sempre l’assessore Calvani ha poi dimostrato con il supporto di slide come il distretto cicloturistico, non abbia parzialmente escluso Castelfidardo dai nuovi percorsi pedociclabili di prossima realizzazione, rassicurando la consigliera Tania Belvederesi (Solidarietà Popolare) firmataria di un’interrogazione a tema. Per questioni orografiche i tracciati seguono a valle il corso del fiume Musone, attraversando il territorio fidardense proprio ai confini. L’assessore ha garantito che proprio come avverrà per Osimo e Recanati, anche Castelfidardo sarà meglio servita in futuro con ‘bretelle’ di connessione.

(m.p.c.)

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X