facebook rss

Ubriaco picchia un commerciante,
denunciato 29enne

SENIGALLIA - L'aggressione giovedì notte nel centro storico, il ragazzo senigalliese ha rotto il naso con un pungo al negozianti. E' risultato positivo all'alcol test con un tasso vicino ai 3 grammi/litro e anche sotto effetto di cannabinoidi. Ammanettato è stato trasportato di forza all'ospedale, dove è rimasto fino ad aver smaltito la sbornia
sabato 18 febbraio 2017 - Ore 14:55
Print Friendly, PDF & Email

Foto d’archivio

Ragazzo fuori controllo per il troppo alcool e per gli effetti del fumo, cerca la rissa e spacca il naso ad un commerciante con un pugno. Scene di ordinaria follia giovedì notte nelle vie del centro storico, dove un 29enne di Senigallia è stato fermato dai carabinieri del Radiomobile ed è stato denunciato per resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale, rifiuto di indicazioni sull’identità personale e ubriachezza molesta. Inoltre è stato segnalato al Prefetto per l’assuzione di sostanze stupefacenti. Il naso rotto al negoziante invece non è stato sufficiente per procedere d’ufficio con la denuncia di lesione personale, ma il commerciante si è riservato di presentare una querela nei prossimi giorni. La sequenza incredibile è accaduta giovedì notte. Il ragazzo ha iniziato a cercare pretesti per aggredire il commerciante e alla fine l’ha colpito con un pugno rompendogli le ossa nasali.  Il malcapitato ha telefonato al 112 e sul posto è accorsa la pattuglia dei carabinieri. Anche di fronte ai militari, il 29enne ha continuato ad agitarsi, rifiutando di farsi identificare e lanciando insulti agli uomini in divisa. Visto lo stato di agitazione, i carabinieri hanno chiesto l’aiuto del 118, ma anche all’arrivo dell’ambulanza il giovane ha opposto resistenza, costringendoi militari ad ammanettarlo e lo hanno caricato di peso sul mezzo di soccorso, per evitre che potesse combinare altri danni.  Dagli accertamenti sanitari il 29enne è risultato positivo ai cannabinoidi e con un tasso alcolemico pari a 2,93 gr/lt. Il ragazzo è stato poi dimesso dall’ospedale attorno alle 5:30 di venerdì mattina, quando si è ripreso dalla sbornia. Per lui è scattata la denuncia alla Procura di Ancona per i reati di resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale, rifiuto di indicazioni sull’identità personale e ubriachezza molesta.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X