facebook rss

I dirigenti sono decisi
ma la Regione resta
senza segretario generale

NOMINE - Conclusa la riorganizzazione degli uffici, resta ancora vuota la casella del sostituto di Fabrizio Costa. Posizione assegnata ad interim a Paolo Costanzi. Paola Bichisecchi, direttore generale di Consindutria Marche, e Cristina Martellini tra i nomi più quotati
venerdì 24 febbraio 2017 - Ore 21:10
Print Friendly, PDF & Email

 

Nomine dei dirigenti, la Giunta regionale conclude il balletto degli incarichi, ancora però senza segretario generale e capo di gabinetto. Non c’è il nome di chi prenderà il posto di Fabrizio Costa che ha salutato Palazzo Raffaello dopo circa un anno per un nuovo incarico al Tesoro. Diverse le ipotesi circolate. In pole, sembrerebbe anche Paola Bichisecchi, direttore generale di Consindutria Marche, e Cristina Martellini, dirigente in pensione della Regione, per la quale però sembra prendere quota piuttosto l’ipotesi direzione Assam. La soluzione più plausibile, comunque sembra quella di una nomina esterna, prevedendo, però, lo spacchettamento dall’incarico di capo di Gabinetto. Per il momento, a svolgere l’attività di Costa, sarà il suo vice Paolo Costanzi. Intanto, la Giunta, nella riunione straordinaria di oggi (venerdì 24 febbraio) ha concluso la riorganizzazione della struttura amministrativa, iniziata a dicembre 2016, con l’individuazione dei dodici nuovi servizi e la costituzione dell’Ufficio speciale per il terremoto. Rispetto alla precedente dotazione organica del 2011, i dirigenti passano da 96 a 65 unità, con una diminuzione del 32 per cento. Le posizioni dirigenziali collegate ai 12 servizi sono 58, mentre 4 sono attribuite all’Ufficio ricostruzione e 3 esterni (in comando, distacco o in aspettativa in altre amministrazioni). Il conferimento degli incarichi dirigenziali – con durata quadriennale, decorrenza dal primo marzo – ha riguardato le strutture dei 12 servizi individuati, alle quali è stato anche assegnato il relativo personale. È stata quindi completata la dotazione dirigenziale dell’Ufficio ricostruzione, attribuendo a Francesca Claretti (dirigente del Comune di Porto San Giorgio) le attività tecniche per le aree di Macerata e Ancona e ad Andrea Crocioni, dirigente del Comune di Schio (Vi), quelle di Ascoli Piceno e Fermo. I due dirigenti affiancheranno il direttore Cesare Spuri e Daniela Del Bello, responsabile delle attività amministrative della ricostruzione. «Abbiamo portato a termine un processo di riordino che ha interessato tutta la struttura regionale, con l’obiettivo di migliorare l’attività amministrativa e razionalizzare la spesa», ha commentato l’assessore all’Organizzazione e Personale, Fabrizio Cesetti.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X