facebook rss

Il dipinto di un artista osimano
nella villa di Andrea Bocelli a Miami

ARTE & AMICIZIA- Nella casa delle vacanze in Florida del tenore e della moglie Veronica Berti è esposto il quadro che Giacomo Moresi nel 2014 ha regalato alla coppia nel giorno del matrimonio. Lo ha fotografato nel numero di febbraio 2017 il magazine statunitense 'Ocean Drive'. "Sono sempre presenti nella mia vita" racconta il direttore artistico dell'agenzia Uaoh.it che ha ideato e cura anche il sito web dell'Abf, la fondazione del cantante lirico
venerdì 24 febbraio 2017 - Ore 21:19
Print Friendly, PDF & Email

Giacomo Moresi e Veronica Berti con il quadro donato il giorno delle nozze con Andrea Bocelli, tenore di fama mondiale

La foto della sala con il quadro di Moresi, pubblicata sul magazine statunitense Ocean Drive, che prende il nome dalla famosa litoranea di Miami

di Maria Paola Cancellieri

Sette camere da letto e una piscina che si affaccia sulla Baia di Biscayne. Andrea Bocelli e sua moglie Veronica Berti aprono al magazine ‘Ocean Drive’ le porte della loro casa di Miami acquistata nel 2013 e  arredata in stile coloniale. E tra le foto pubblicate sul numero di febbraio 2017 dalla rivista statunitense, spicca quella di un quadro dipinto da un artista osimano, donato alla coppia nel giorno del matrimonio. Giacomo Moresi,  l’autore dell’opera, ha 39 anni ed è ispirato dall’arte a tutto tondo: proviene da una famiglia di musicisti, è il direttore creativo e fotografo dell’agenzia Uaoh.it di Osimo, ma è anche regista, docente di teatro ed è stato un pittore enfant prodige.

A 5 anni aveva già vinto un premio della Camera di Commercio di Ancona, e alle Medie un riconoscimento Unesco che gli è valso un viaggio in Egitto e il conferimento di una medaglia in Campidoglio, ricevuta dalle mani di Giulio Andreotti. L’altra, grande passione di Moresi è il teatro. Nel 1999 ha fondato la compagnia ‘La Fenice’ e in veste di autore e regista ha prodotto musical e canzoni, portati con successo in tournee. L’amicizia con la moglie del tenore di fama mondiale, è nata proprio su un palcoscenico, 15 anni fa, e oggi continua attraverso la collaborazione, con l’Andrea Bocelli Foundation. Discreto, riflessivo e da sempre impegnato a perfezionare i livelli espressivi di ogni forma artistica, l’osimano è rimasto davvero sorpreso nello scoprire attraverso quelle foto che il suo dipinto era stato sistemato sopra il caminetto della casa delle vacanze dei Bocelli.

Il dipinto a villa Bocelli che si affaccia sulla Baia di Biscayne

“Molti anni fa ho conosciuto Veronica che ha partecipato ad un mio spettacolo, come suo padre Ivano Berti – ricorda – Dal teatro è nata una bellissima amicizia e ancora oggi  ho l’onore e il piacere di collaborare con lei su interessanti progetti per la fondazione che ha creato con suo marito Andrea. Persona fantastica, che amo molto. Lei ed Andrea sono due persone vere, una coppia bellissima piena di interessi, e malgrado super pieni di impegni in giro per il mondo, sempre super presenti nella mia vita. Il quadro è stato un mio regalo al loro matrimonio. In quell’occasione ho anche accompagnato il dipinto con una poesia che interpretava il tema dell’opera in versi. Spesso agli amici che si sposano, e che lo chiedono, regalo un quadro. Vedere il dipinto fotografato sull’articolo di Ocean Drive per me è stata davvero una bella sorpresa. A Veronica era piaciuto molto e mi aveva promesso che lo avrebbe esposto nella casa di Miami. E’ stata di parola”.

Veronica Berti nella sua casa in Florida

Sul feeling artistico, insomma, è fiorita e si è consolidata la fiducia professionale. Anche gli scatti fotografici che nel 2014 Giacomo aveva ripreso come ospite durante la cerimonia di nozze blindatissima nel Santuario di Montenero a Livorno, sono finiti sulle copertine delle riviste di tutto il pianeta per volontà di Veronica. In seguito lei stessa ha chiesto all’art director osimano di ideare e curare anche il sito web dell’Andrea Bocelli Foundation, la fondazione nata nel 2011, che promuove e sostiene progetti nazionali e internazionali con la costruzione di ospedali, orfanotrofi e scuole. “Li seguo spesso come fotografo nei vari eventi organizzati dall’Abf – racconta ancora Moresi – Uno dei ricordi più belli che ho è il viaggio tra i bambini di Haiti. Andrea è una persona genuina, capace di sedersi a tavola con Obama restando se stesso proprio come quando abbraccia i bimbi che ha aiutato negli studi e nelle cure mediche”. Di recente Uaoh.it ha curato anche la direzione creativa del nuovo spot video che andrà in onda su diverse reti nei prossimi mesi per la fondazione Bocelli. L’impegno professionale non ha, comunque, messo all’angolo la capacità creativa dell’osimano per la narrazione teatrale. “Sto scrivendo un nuovo musical con Simone Giorgini- annuncia- e usufruiremo anche della preziosa collaborazione di Dino Scuderi”.

Ancora una foto ricordo di Veronica Berti in abito da sposa con l’amico-artista Giacomo Moresi

E’  sicuramente più noto l’esordio della storia d’amore tra l’artista che ha cantato davanti ai potenti di tutto il mondo e Veronica, oggi sua moglie e manager. Lei è figlia d’arte, perchè suo padre è il baritono anconetano Ivano Berti, professore di matematica e fisica per molti anni all’Isis di Osimo. Veronica si è laureata nel 2004 al corso di Management dello spettacolo di Osimo, sede distaccata dell’Università di Macerata. I due si erano conosciuti una sera di maggio del 2002 a Bologna. Galeotto era stato Franco Corelli, il tenore dorico, la più grande voce di tutti i tempi per Andrea Bocelli che – come raccontato spesso alla stampa – lo aveva subito menzionato come suo mito personale alla futura compagna e che lei, in un attimo di confusione e successivo imbarazzo, aveva scambiato col recanatese Beniamino Gigli. Intonando ad una sola voce i più famosi brani interpretati da Corelli, quell’affinità elettiva si è presto trasformata in un sentimento più profondo.

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X