facebook rss

Ruba telefonino a negoziante:
addosso aveva arnesi da scasso

CASTELFIDARDO - Doppia denuncia per la 26enne di origini pugliesi ritenuta dai carabinieri l'autrice del furto del cellullare nel negozio 'Raggi di luna' e, dopo una perquisizione, trovata in possesso ingiustificato di chiavi e grimaldelli
sabato 25 febbraio 2017 - Ore 16:57
Print Friendly, PDF & Email

Foto d’archivio

E’ entrata in un negozio di creazioni artistiche a Castelfidardo e approfittando di un attimo di distrazione del titolare, deve aver arraffato il cellulare del negoziante. Le indagini-lampo espletate dai carabinieri ieri hanno accertato che ad essersi macchiata del furto di quel cellulare del valore di 140 euro, nell’esercizio commerciale ‘Raggi di luna’, era stata una 26enne di origine tarantina, P.A., già nota alla forze dell’ordine.

Nello scorrere delle ore, però, la posizione della donna si è aggravata: oltre alla denuncia per furto aggravato, le 26enne dovrà anche difendersi dall’accusa di possesso ingiustificato di chiavi e grimaldelli. Durante la perquisizione personale in caserma, è stata, infatti, trovata in possesso anche di chiavi multiuso ed altri oggetti atti allo scasso, tutti sequestrati. Per lei i carabinieri hanno chiesto alla Questura l’irrogazione della misure di prevenzione per il Foglio di via per anni 3 dai Comuni di Osimo e Castelfidardo.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X