facebook rss

L’autoclub Fagioli insignito
della Manovella d’Oro 2016

OSIMO - Il presidente del sodalizio sportivo, Sandro Freddo ha ricevuto il premio al Lingotto di Torino, quale riconoscimento per l’ottima riuscita del XX Trofeo Coppa Fagioli –Raduno Tra i Colli Marchigiani
lunedì 27 febbraio 2017 - Ore 19:58
Print Friendly, PDF & Email

La delegazione dell’autoclub Fagioli al Lingotto di Torino

Il presidente Sandro Freddo mostra la targa ricordo

Un nuovo, prestigioso riconoscimento va ad arricchire il palmares dell’Autoclub Lugi Fagioli di Osimo. In occasione della 35° edizione di Automotoretrò, manifestazione nata con lo scopo di incentivare il collezionismo d’epoca privato e divenuta punto di riferimento nel settore con oltre 1.000 espositori e più di 60.000 visitatori provenienti da ogni parte d’Europa, si è tenuta la cerimonia di premiazione di tutte le categorie A.S.I. per l’anno 2016. Teatro dell’evento il Lingotto di Torino, polo fieristico inserito nello storico tessuto industriale torinese, riconvertito dall’architetto Renzo Piano in una struttura multifunzionale.

“All’Autoclub Luigi Fagioli di Osimo, rappresentato dal presidente Sandro Freddo e da una piccola delegazione di soci, è stata consegnata la Manovella d’Oro 2016 quale riconoscimento per l’ottima riuscita del XX Trofeo Coppa Fagioli –Raduno Tra i Colli Marchigiani. – si legge in una nota ufficiale del club osimano- La manifestazione viene organizzata ogni anno nel mese di settembre con il duplice scopo di ricordare il famoso pilota osimano Luigi Fagioli e di immergersi nelle bellezze che il nostro territorio ci offre. Soddisfazione raddoppiata grazie alla consegna del “Premio Speciale Marco Polo”, riconoscimento ottenuto per il raduno “Gran Tour delle Marche – Dalla Città di Federico II”, svoltosi nel mese di Giugno e organizzato dai Club Cjmae di Jesi, Luigi Fagioli Osimo, Campe di Porto San Giorgio e Caspim di Ascoli Piceno. La manifestazione, che quest’anno verrà ospitata nella provincia ascolana, grazie alla collaborazione e all’amicizia tra i Club locali  è ormai riconosciuto a livello nazionale e attira appassionati da ogni parte d’Italia alla scoperta dei borghi e delle eccellenze marchigiane”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X