facebook rss

Edoardo Menichelli ai saluti,
ecco la terna per il nuovo vescovo

DIOCESI – Il cardinale lascerà l’arcidiocesi di Ancona-Osimo entro questa estate, la nunziatura apostolica ha selezionato i tre possibili sostituti
martedì 28 febbraio 2017 - Ore 21:13
Print Friendly, PDF & Email

La terna di possibili sostituti per Menichelli: dall’alto a destra, don Marco Presciutti, monsignor Pietro Santoro, in basso a sinistra don Francesco Pierpaoli

Il cardinale Edoardo Menichelli in una foto di Giusy Marinelli

 

di Emanuele Garofalo

Monsignor Edoardo Menichelli si prepara a salutare i suoi fedeli dell’arcidiocesi di Ancona-Osimo. Stavolta non ci saranno deroghe alle sue dimissioni, presentate al Papa per tre volte, come impone la consuetudine per aver raggiunto e superato il limite dei 75 anni di età. L’iter per la sostituzione del vescovo infatti è in fase di conclusione. C’è la terna di possibili sostituti, presentata dalla nunziatura apostolica alla Congrega per i vescovi, tre nomi tra cui Papa Francesco sceglierà il nuovo vescovo dell’arcidiocesi. Ecco chi sarebbero i tre selezionati: il vescovo di Avezzano Pietro Santoro, don Francesco Pierpaoli e don Marco Presciutti.

Monsignor Pietro Santoro

Se sarà scelto un vescovo di nuova nomina, la procedura potrebbe essere più lunga e la sostituzione potrebbe slittare a settembre. L’arcidiocesi non vede un vescovo di nuova nomina dal 1991, dai tempi di Franco Festorazzi. Altrimenti, nel caso in cui fosse scelto monsignor Santoro, l’avvicendamento potrebbe arrivare già entro giugno. Di certo, Menichelli sarà con i suoi fedeli fino a Pasqua. Confermata la sua presenza alla via Crucis del 16 aprile. Da parte del cardinale, tutto è pronto per la sostituzione: ha già presentato la relazione sulla arcidiocesi che viene richiesta da prassi. Chi sono i tre candidati? Monsignor Pietro Santoro, nato a Vasto, 71 anni, è sacerdote dal 1970 e dal 2007 è vescovo dell’arcidiocesi di Avezzano in provincia de L’Aquila. Era stato proprio Menichelli in quella occasione a concelebrare la sua messa di consacrazione a Vasto. Più giovani gli altri due nomi: don Francesco Pierpaoli e don Marco Presciutti, rispettivamente 56 e 57 anni. Entrambi arrivano dalla diocesi di Fano, Fossombrone, Cagli, Pergola.

Don Francesco Pierpaoli

Don Francesco Pierpaoli è stato ordinato sacerdote nel 1986 e svolge servizio come padre spirituale del propedeutico, ovvero è tra i formatori del pontificio seminario regionale. Il forte legame con i giovani lo ha portato ad essere nominato anche responsabile della pastorale giovanile delle Marche. Oggi è parroco della chiesa di San Paolo Apostolo al Vallato di Fano. La strada di don Marco Presciutti invece lo ha portato a formarsi nelle missioni in Brasile, dove è stato inviato a partire dal 1993 e fino al 2003, con una lunga serie di incarichi, tra cui quello di direttore della scuola diocesana per diaconi, prima di rientrare in Italia. Alla fine del 2005 viene nominato parroco della parrocchia della Concattedrale in Cagli. Se ai due candidati più giovani potrebbe mancare l’esperienza, di certo non mancheranno di energia per guidare le 72 parrocchie di una arcidiocesi in forte difficoltà di ricambio generazionale (leggi l’articolo) e dove anche il vicario generale Roberto Peccetti ha raggiunto la soglia dei 75 anni.

Don Marco Presciutti

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X