facebook rss

Vertenza Tecnowind
Sagramola approva
l’atto di solidarietà

FABRIANO – Lavoratori ricevuti da sindaco e giunta, l'esecutivo cittadino, riunito in seduta straordinaria, ha accolto il documento per chiedere di convocare un tavolo con la Regione e il Cda dell’azienda, oltre un Consiglio regionale ad hoc sul caso
giovedì 9 marzo 2017 - Ore 20:34
Print Friendly, PDF & Email

Il presidio Tecnowind

 

Il sindaco di Fabriano Giancarlo Sagramola ha incontrato questa mattina i lavoratori Tecnowind, che proprio ieri hanno organizzato una giornata di mobilitazione per porre l’attenzione della città e delle istituzioni sulle gravi problematiche che stanno affrontando. Nell’ incontro di questa mattina, i rappresentati sindacali hanno presentato un ordine del giorno nel quale si evidenziano le difficoltà finanziarie dell’azienda che non hanno permesso il pagamento dei salari ai lavoratori, che ancora devono ricevere l’80% dello stipendio di gennaio e la mensilità di febbraio, ed il pagamento di alcuni fornitori. I lavoratori fanno presente che non è solo indispensabile un intervento del sistema bancario ma serve necessariamente un piano industriale che garantisca continuità lavorativa e produttiva per un tempo che vada oltre il breve periodo e che salvaguardi i livelli occupazionali. Il sindaco e la giunta, nella considerazione della gravità della situazione lavorativa e delle difficoltà finanziare in cui versa la ditta Tecnowind e quindi i dipendenti della stessa, hanno condiviso pienamente quanto rappresentato dalla organizzazioni sindacali approvando, in una seduta straordinaria, una delibera nella quale si prende atto dell’ordine del giorno dei lavoratori con l’impegno a porre in essere le azioni richieste, in particolare: trasmettere le istanze alla giunta regionale, richiedere al presidente del Consiglio regionale la convocazione di un Consiglio urgente al quale parteciperanno tutte le lavoratrici ed i lavoratori interessati , favorire un incontro tra il Prefetto di Ancona, i sindacati e le istituzioni, sollecitare l’istituzione di un tavolo di confronto composto da tutte le parti interessate: Cda Tecnowind, sindacati, sindaco di Fabriano e presidente della Regione. Sagramola mercoledì  aveva già incontrato a Roma il vice ministro dello Sviluppo Economico Teresa Bellanova per sostenere le richieste dei lavoratori.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X