facebook rss

Antenna sull’albergo,
autorizzazioni
annullate in autotutela

LORETO - Al termine della procedura di riesame della pratica, i tecnici del Suap hanno accolto le richieste del comitato per la Tutela dei Beni Culturali e Ambientali e hanno prorogato la sospensione dei lavori. La ditta potrà avviare l’iter per assoggettare il progetto alla Valutazione d’impatto ambientale
lunedì 13 Marzo 2017 - Ore 21:04
Print Friendly, PDF & Email

Lenzuoli di protesta contro la nuova antenna per telefonia nel centro storico di Loreto

Antenna sull’albergo nel centro storico di Loreto: si cambia. L’Ufficio Suap del Comune di Loreto fa un passo indietro e al termine del procedimento di riesame della pratica attiva il procedimento di annullamento degli atti in autotutela, come richiesto, con una petizione, da 300 residenti e dal Comitato per la Tutela dei Beni Culturali e Ambientali. I tecnici comunali lasciano però uno spiraglio aperto alla ditta che potrà comunque avviare l’iter per assoggettare il progetto alla Valutazione d’impatto ambientale (Via) come previsto dalla legge regionale. Nel dispositivo dell’atto, l’ufficio Urbanistica precisa inoltre che la stazione di telefonia non rispetta le norme tecniche di attuazione del Piano particolareggiato del cento storico, incluse nel Prg di Loreto. Pertanto è stata prorogata anche la sospensione dei lavori.

L’assemblea sull’antenna di Loreto: tra il pubblico tanti attivisti del comitato per la Tutela dei Beni Culturali e Ambientali

Una vittoria a 360 gradi per il comitato guidato da Franco Raffi che si batte da mesi per bloccare il progetto (leggi l’articolo). “Era il passo necessario per una chiarificazione – ammette il professor Raffi – Domani il nostro direttivo si riunirà per analizzare approfonditamente i contenuti di questo documento con il nostro legale ma da una prima lettura sembra che i tecnici abbiano recepito tutte le nostre istanze. Il tema è molto complesso perché c’è anche l’aspetto del servizio pubblico. Ma lo stesso Papa Francesco ha sollecitato tutti a limitare l’uso di questi strumenti a beneficio della comunicazione interpersonale”.

Anche Roberto Bruni, consigliere di maggioranza che aveva sposato la battaglia del comitato considera positivo il nuovo orientamento. “Per il comitato e per tanti cittadini è sicuramente una grande vittoria. Da parte mia, una grande soddisfazione. Abbiamo evitato una vera oscenità – commenta- Tutto ciò a conferma delle giuste osservazioni avanzate nelle scorse settimane, da molti residenti del centro storico e dal comitato. E a dimostrazione di quanto sia importante il ruolo di vigilanza verso l’operato dell’amministrazione fatto dagli stessi cittadini”.

(m.p.c.)

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X