facebook rss

Nascondeva marijuana nei barattoli
e nelle scatole di casa: arrestato 22enne

SENIGALLIA - Davanti al condominio di via dei Mughetti c'era un via vai di giovani che non è passato inosservato ai carabinieri. Ieri sera il blitz dei militari terminato con l'arresto del giovane e il sequestro di 45 grammi di stupefacente disseminato in vari angoli della camera da letto
sabato 18 marzo 2017 - Ore 16:15
Print Friendly, PDF & Email

Davanti alla sua abitazione c’era un via vai di giovani che ha insospettito i carabinieri che da giorni lo stavano tenendo d’occhio. Un ventiduenne di Senigallia, disoccupato, è stato arrestato dai militari della Compagnia di Senigallia con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Dopo un controllo è emerso che nascondeva in casa 45 grammi di marijuana. Il blitz dei carabinieri è scattato ieri sera. Militari in borghese si sono appostati sotto casa del 22enne ed hanno notato il sospetto andirivieni che li ha convinti ad entrare subito in azione. Hanno bussato alla porta di casa in via dei Mughetti per eseguire una perquisizione.

Il giovane era in casa con la madre. Subito ha consegnato spontaneamente un barattolo di vetro con infiorescenze di marijuana sfusa che si trovava su uno scaffale nella sua camera da letto facendo intendere di non avere più nulla in casa. Gli investigatori tuttavia non si sono fidati ed hanno ispezionato meticolosamente l’abitazione. Sulla mensola a capo del letto in una scatola è stata rinvenuta altra marijuana mentre nel cassetto di un mobile un’altra scatola con all’interno 17 piccoli involucri di carta stagnola conservanti ciascuno marijuana, oltre ad un bilancino elettronico di precisione e 5 tritaerba. Sulla mensola era presente anche il portafogli del giovane con 965 euro in banconote di piccolo taglio.

Dunque i militari della Stazione di Senigallia hanno proceduto a sequestrare la droga, i soldi ed il materiale rinvenuto. In caserma la droga, avente un peso totale di 45 grammi, che sottoposta a narcotest che ha dato esito positivo. Dopo le formalità di rito, il ventiduenne è stato dichiarato in stato di arresto e riaccompagnato nella propria abitazione in regime di arresti domiciliari. Stamattina il Tribunale di Ancona ha convalidato l’arresto. L’imputato ha chiesto il patteggiamento ed è stato condannato alla pena di anni 1 di reclusione e 800 euro di multa con pena sospesa.

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X