facebook rss

Maltrattava i genitori,
latitante in manette

JESI - Un 21enne è stato catturato dai carabinieri del radiomobile, in centro città, dove si aggirava in assoluta tranquillità nonostante le prescrizioni imposte dal Tribunale di Ancona relative alla violazione del divieto di dimora
martedì 21 marzo 2017 - Ore 11:31
Print Friendly, PDF & Email

foto d’archivio

 

Aveva inflitto maltrattamenti ai propri genitori, la sua famiglia d’origine e per questo motivo era stato sottoposto a divieto di dimora a Jesi dove vive il padre. Obbligo però non rispettato. Il giovane cingalese di 21 anni, H.M., senza fissa dimora, era ricercato da un mese e stanotte i carabinieri del nucleo radiomobile della Compagnia di Jesi, comandato dal maresciallo Roberto Scarpone, lo hanno arrestato in esecuzione di una misura cautelare emessa dal Tribunale di Ancona.

Il giovane era latitante dal mese di febbraio ed è stato catturato al centro di Jesi, dove si aggirava con assoluta tranquillità nonostante le prescrizioni imposte dal Tribunale di Ancona. Proprio a causa della continua violazione della misura coercitiva, il provvedimento è stato trasformato nella custodia in carcere più severa e restrittiva. Il 21enne è già stato trasferito nel carcere dorico di Montacuto.
Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X