facebook rss

Le chiude la bocca in treno
e la tocca, arrestato nigeriano

JESI - Un 25enne, residente in città, avrebbe palpeggiato una studentessa, lungo la tratta Bari-Bologna. L'intervento della polizia ferroviaria ha evitato che l'aggressione proseguisse
mercoledì 22 marzo 2017 - Ore 18:33
Print Friendly, PDF & Email

Foto d’archivio

Sola nello scompartimento del treno viene palpeggiata e messa nella condizione di stare zitta, con una mano sulla bocca. Arrestato nigeriano, residente a Jesi, per violenza sessuale. E’ accaduto sulla percorrenza Bari-Bologna. Vittima una studentessa abruzzese. Una aggressione che si è fermata lì perché il destino ha voluto che salissero sul treno gli agenti della polizia ferroviaria di Giulianova, in servizio scorta viaggiatori. Nel corso dei controlli i poliziotti hanno intuito che qualcosa non andava. Visto il volto terrorizzato della giovane, nello scompartimento, hanno approfondito la e la ragazza ha raccontato loro quello che le era successo. Il nigeriano, 25 anni, con precedenti per aggressioni a donne, è stato arrestato per violenza sessuale. Ora è in carcere a Montacuto a disposizione del magistrato.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X