facebook rss

Mezzavalle, ordinanza del sindaco:
via i materiali dei privati

ANCONA - Valeria Mancinelli ha firmato il documento oggi. Una decisione presa dopo una verifica fatta in loco e che ha evidenziato la presenza di molti oggetti ingombranti. Si ha tempo 10 giorni dopodiché verranno rimossi dal Comune e trattati come rifiuti
mercoledì 22 Mar 2017 - Ore 15:24
Print Friendly, PDF & Email

La spiaggia di Mezzavalle

Ordinanza su Mezzavalle, dovranno essere rimossi tutti i materiali dei privati presenti in spiaggia. L’ha firmata il sindaco Valeria Mancinelli e i cittadini hanno dieci giorni di tempo per osservarla. Il primo cittadino ha firmato questa mattina la disposizione. E’ rivolta alle barche, canoe, legname, ferro, tavole da surf, ombrelloni, arredi, istallazioni di ogni genere visibile e non visibile, coperture e tutto ciò che non dovrebbe stare in una spiaggia libera. I proprietari hanno 10 giorni di tempo per adeguarsi dopodiché i materiali saranno rimossi dall’amministrazione comunale e smaltiti come rifiuti. Il sindaco ha firmato l’ordinanza dopo la verifica della presenza, in vari punti, di materiali vari quali natanti, surf, barche, legname, ferro, teli ombreggianti, materiali in plastica, arredi da giardino, in gran parte ospitati in installazioni, coperture e protezioni che deturpano l’ambiente circostante. «Poiché non sono noti i proprietari o i detentori di questi materiali – scrive il Comune in una nota – e visto che le aree in questione ricadono interamente nel perimetro dell’area naturale Parco Regionale del Conero e sono sottoposte a vincolo paesaggistico, il sindaco ha ordinato stamane il ripristino dello stato dei luoghi attraverso diverse operazioni». Si inizierà con la rimozione di tutti i materiali e di tutte installazioni, coperture e protezioni presenti sulle aree, entro il termine di 10 giorni dalla data della ordinanza, ad esclusiva cura e spese dei soggetti proprietari o detentori a qualsiasi titolo dei materiali stessi. Decorso questo termine, tutti i materiali, le installazioni, coperture e protezioni ancora presenti sulle aree verranno rimossi a cura degli uffici comunali preposti e avviati a smaltimento, secondo le modalità e procedure previste dalla normativa vigente.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X