facebook rss

‘Mastri vasari Auximi, 1308’,
un ponte tra passato e presente

OSIMO - La nuova onlus, costituita a fine marzo, sarà affiancata da Confartigianato, dal Gruppo Astea e dall’Auser nella creazione di una Civica Scuola della Ceramica d’Arte d’Auximi della Marca
venerdì 7 Aprile 2017 - Ore 11:14
Print Friendly, PDF & Email

Il 31 marzo scorso, con la firma dell’atto costitutivo e la sottoscrizione dello Statuto societario da parte dei soci fondatori, De Carolis, Duranti, Egidi, Giannoni e Torcianti, ha preso vita l’associazione onlus “Mastri vasari Auximi, 1308”. L’associazione appena fondata si prefigge anzitutto il recupero, in primis alla memoria cittadina, della ragguardevole tradizione osimana nella produzione di ceramica dalle antichissime e nobili origini come la ricerca storica evidenzia.

“Nelle intenzioni della nuova associazione – si legge nella nota ufficiale della onlus – vi è anzitutto l’apertura di una vera e propria scuola formativa, tanto da essere supportata dalla Confartigianato della zona, che potrebbe offrire un’opportunità professionale per i giovani o di espressione artistica per i talentuosi; questo significa che, ancor prima che agli appassionati, la proposta prioritaria della scuola è rivolta principalmente ai giovani e a tutti i livelli d’istruzione dello stesso del sistema scolastico presente sul territorio. La scuola, che si distingue dai comuni corsi disponibili, sosterrà un piano di studi complessi tesi ad assicurare ai partecipanti la conoscenza dei materiali, delle antiche tecniche, delle evoluzioni delle forme e delle decorazioni attraverso i secoli sviluppate dai Mastri Vasai dell’antica città di “Auximi” legata sin dal ‘300 ai grandi maestri vasai del Montefeltro e di Casteldurante in particolare.  Qualitativamente i corsi si qualificano attraverso l’insegnamento di docenti già preparati da studi specifici nelle varie discipline o per attività professionali svolte: dalle tecniche primordiali fino al restauro di prodotti ceramici”.

Questo il piano di studio professionale cui si accosteranno vari corsi più elementari rivolti agli hobbisti o al semplice curioso. La direzione artistica è affidata alla scultrice romana di respiro internazionale, ma di origini recanatesi, discendente di una dinastia di famosi ceramisti della città di Leopardi quali i Ceccaroni, e artisti in genere, Paola Grizi. Ad affiancare la Confartigianato, a sostegno di quella che sarà la Civica Scuola della Ceramica d’Arte d’Auximi della Marca, anche il Gruppo Astea e l’Auser. L’associazione si avvale di un sito internet già online: www.mastrivasariauximi.it cui si affiancheranno presto altri social.

“I Mastri Vasari d’Auximi ringraziano sin d’ora quanti stanno sostenendo o hanno in animo di sostenere l’associazione onlus in questo cammino – chiude la nota – avendo interesse verso questa iniziativa culturale che vuole preservare un immenso patrimonio appartenente non solo alla citta’ di Osimo ma all’intero territorio marchigiano; un patrimonio disperso che aspetta ora solo di trovare appassionati che abbiano il coraggio e l’orgoglio di voler conoscere e rappresentare secoli di storia dell’uomo”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X