facebook rss

Sospetto jihadista a Recanati,
espulso 34enne

ALLARME - Un giovane marocchino sarà rimpatriato domani. Su Facebook condivideva video che inneggiavano alla guerra santa. L'uomo è stato prelevato dalla sua casa dalla polizia, su disposizione del ministero dell'Interno, dopo due mesi di indagini
venerdì 7 Aprile 2017 - Ore 20:05
Print Friendly, PDF & Email

di Emanuela Addario

Condivide video che inneggiano alla guerra santa dei mussulmani contro gli infedeli: rimpatriato, con decreto del Ministero degli Interni, un giovane marocchino di 34 anni, F. Y., residente a Recanati. L’uomo è stato prelevato dalla propria abitazione questa mattina dagli agenti dell’Ufficio immigrazione della Questura di Macerata e accompagnato in Tribunale per la convalida dell’espulsione. Il giovane è già conosciuto quale assuntore di droghe. I controlli sulle sue condivisioni sui social da parte dell’intelligence del Ministero sono durati oltre due mesi. Durante questo periodo l’uomo, avrebbe condiviso ripetutamente alcuni video in arabo che inneggiano alla guerra santa. “Ha approvato nel web le tesi estremiste messe sul social Facebook da alcuni soggetti schierati a favore dello Stato islamico, ideologie radicali di matrice jihadista” recita il provvedimento di espulsione. Secondo il parere del Ministero dell’Interno, dunque, l’uomo rappresenterebbe una minaccia per la sicurezza dello Stato italiano. Per lui è scattato il sospetto di essere un terrorista jihadista ed è partita la richiesta di rimpatrio. Domani mattina prenderà il primo volo per il Marocco. Il giovane è difeso dall’avvocato Massimo Pistelli.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X