facebook rss

Elezioni regionali - risultati in tempo reale

Bimba di 2 anni chiude a chiave
in bagno la mamma:
liberata dai vigili del fuoco

MOIE - Un carabiniere ha sentito da una finestra le urla della donna imprigionata nella toilette ed ha chiesto l'intervento dei vigili del fuoco di Jesi che poco dopo l'hanno liberata. Sul divano di casa c'è anche un altro figlio, un neonato di 4 mesi, e sul fornello della cucina una pentola con la cena
Print Friendly, PDF & Email

Foto d’archivio

 

Giornata di lavoro impegnativa per i vigili del fuoco del comando di Jesi . Alle 15 una squadra è dovuta accorrere a Moie in un appartamento di via Trieste dove una bimba di appena 2 anni aveva chiuso a chiave in bagno la mamma, approfittando di un attimo di disattenzione del genitore. La donna, extracomunitaria, disperata, ha cercato di farsi riaprire la porta dalla piccola che però non riusciva più a girare la chiave nella toppa. In casa, tra l’altro, c’era una situazione di estremo pericolo. Sul divano si trovava il figlio più piccolo della donna, un neonato di 4 mesi, e in cucina era acceso un fornello su cui bolliva una pentola. La mamma allora ha pensato di chiedere aiuto urlando fuori dalla finestra del bagno. La fortuna ha voluto che da quelle parti passasse un carabiniere fuori servizio. E’ stato proprio il militare a far scattare i soccorsi e a chiudere la storia con un lieto fine. Poco dopo una squadra dei vigili del fuoco di Jesi era già sul posto. I pompieri sono entrati nell’appartamento passando da un’altra finestra aperta al primo piano dopo aver scalato un dislivello di circa 3 metri con l’ausilio di una scala. Quando sono entrati hanno subito rassicurato la bambina spaventata e quasi in lacrime e riaperto la stanza da bagno dove era imprigionata la mamma che è corsa ad abbracciare il piccolo di casa. Salva anche la cena della famiglia che nel frattempo non era andata in fumo.

(m.p.c.)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X