facebook rss

Smog alla Stazione, il sindaco:
“Pannelli pubblicitari assorbi-Pm10”

OSIMO - Simone Pugnaloni incontrerà nei primi giorni di maggio l'azienda del Nord Italia che ha studiato il progetto in collaborazione con l'Universita' Politecnica delle Marche. Chiesta anche la convocazione della conferenza dei servizi per deviare il traffico pesante dalla Statale 16 sull'A14. Intanto la consigliera provinciale Bordoni presenta una mozione per il pedaggio gratuito in autostrada e organizza un incontro pubblico con gli enti locali interessati per il 27 aprile
domenica 9 Aprile 2017 - Ore 17:12
Print Friendly, PDF & Email

La Statale 16 nel tratto che attraversa Osimo Stazione

Simone Pugnaloni

Per circoscrivere e arginare il propagarsi delle polveri sottili dalla Statale 16 alle abitazioni del nucleo abitato di Osimo Stazione e Abbadia, il Comune studia una soluzione innovativa: sistemare una serie di pannelli pubblicitari  lungo l’Adriatica capaci di assorbire le Pm 10. La proposta innovativa arriva dal sindaco Simone Pugnaloni che l’ha illustrata nei due incontri affrontati la scorsa settimana con i residenti delle due frazioni (leggi l’articolo). I cittadini sono preoccupati dalla maggiore diffusione di malattie tumorali, che colpiscono anche i bambini, e che potrebbero essere riconducibili all’inquinamento ambientale, sia esso di tipo chimico o elettromagnetico. La scorsa estate aveva protocollato una petizione con 750 firme il comitato spontaneo, nato a tutela e salvaguardia della salute comune di chi abita ad Osimo Stazione e Abbadia (leggi l’articolo).

“Ho partecipato a due bei incontri sia giovedì, con il comitato Abbadia/Osimo Stazione, sia venerdì con il consiglio di quartiere di Abbadia dove in maniera costruttiva si sono fatte diverse proposte – ricorda il sindaco Simone Pugnaloni – La novità proposta dall’amministrazione comunale è quella di posizionare lungo l’Adriatica pannelli pubblicitari che assorbono le Pm10. Un progetto di un’azienda del Nord Italia, studiato in collaborazione con l’Universita’ Politecnica delle Marche, che incontreremo nei primi giorni di maggio. Va sicuramente bene poi la richiesta di deviare il traffico pesante sull’autostrada che faremo nella conferenza dei servizi che abbiamo richiesto con Prefettura, Anas, Autostrade Spa, Provincia di Ancona, Comuni di Camerano e Castelfidardo. Alcuni cittadini hanno richiesto anche maggiori presenza dei vigili nelle ore di punta ed un cittadino ha parlato anche di una nuova tipologia di asfalto che assorbe le Pm10. Vauteremo entrambe le cose” garantisce il primo cittadino di Osimo.

 

Monica Bordoni

LA CONSIGLIERA PROVINCIALE MONICA BORDONI PRESENTA UNA MOZIONE SUL PEDAGGIO GRATUITO IN A14 – Dopo il disastro colposo per il crollo del ponte 167 dell’ autostrada A14 , durante i lavori di adeguamento del ponte autostradale sulla S.P. 10 “Camerano – Loreto al km 1+980 circa, la Società Autostrade Spa, affidataria dei lavori alla Pavimental, deve mettere a disposizione il pedaggio gratuito per deviare il traffico pesante dalla SS16 Adriatica alla A14 nel tratto Ancona sud /Portorecanati, questo è l’ impegno che il consigliere provinciale delle Liste civiche di Osimo Monica Bordoni, attraverso la presentazione di una mozione, chiede alla presidente della Provincia di Ancona, coinvolgendo anche l’Ente Regionale. Il crollo del ponte dove insisteva la viabilità della SP 10 “Camerano –Loreto” dal km 1+980 al km 2+000, oltre a generare vittime, è causa di forti disagi alla viabilità e conseguenti danni all’ ambiente e alla salute delle persone.

“Il cavalcavia di collegamento- scrive Monica Bordoni – rappresentava un nodo importante per la viabilità, vista l’importanza delle aree che lo stesso andava a collegare ovvero la S.P. n. 2, arteria che unisce la zona costiera di Sirolo e del Parco del Conero con il capoluogo Ancona e la SS16 Adriatica che arriva parallelamente alla costa dalle zone industriali e commerciali di Osimo e Camerano, Castelfidardo. Prima dell’arrivo della stagione estiva, è pertanto necessario prendere seri e concreti provvedimenti che possano riportare alla regolarità la situazione del traffico. Oggi la viabilità è completamente dirottata sulla SS16 Adriatica nonché sulle strade secondarie, quest’ultime sottodimensionate per poter sopportare un carico cosi elevato di traffico, a cui sono sottoposte in questi ultimi mesi”.

Su queste tematiche che lo stesso consigliere provinciale organizza per il prossimo 27 aprile una incontro pubblico con tutti gli enti locali interessati.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X