facebook rss

Elezioni regionali - risultati in tempo reale

Dalle multine alle multe: i negozianti
si infiammano, il Comune rilancia
con più soste a disco orario

OSIMO - Dopo l'entrata in vigore delle nuove disposizioni, sono "in media una ventina al giorno le multe da 25 euro staccate per le auto in sosta con il ticket del parcometro scaduto" spiega l'assessore Federica Gatto. Domani sera l'incontro pubblico del comitato d'Aiuto #Osimo
Print Friendly, PDF & Email

Controlli degli operatori di Osimo Servizi su via Cinque Torri

Sono in media una ventina al giorno le multe da 25 euro staccate dagli ausiliari della Osimo Servizi per le auto posteggiata sugli stalli a pagamento del centro storico di Osimo con il ticket del parcometro scaduto. E’ questo il dato più evidente a meno di un mese dall’entrata in vigore delle nuove disposizioni per la sosta (leggi l’articolo). “Il numero è comunque inferiore rispetto a quello che registravamo in precedenza per le multine – conferma l’assessore Federica Gatto – Segnale che gli utenti pagano in maniera corretta la sosta. Quello che stiamo notando è piuttosto un maggiore utilizzo del maxiparcheggio, considerata la possibilità di pagare 2 euro per 24 ore di sosta senza pericolo di incorrere in sanzioni”.

Osimo, parcheggi a strisce blu in via Leopardi

Al posto della vecchia multina per il ticket scaduto, dallo scorso 1 aprile, è infatti prevista la sanzione dei 25 euro, che se pagata entro 5 giorni viene ridotta per legge a 17.50 euro. La sanzione da 41 continua invece ad essere applicata solo in assenza del pagamento, come previsto già dal 2012. I commercianti non l’hanno presa bene e a fare da cassa di risonanza al malumore generalizzato della categoria ci ha pensato il Comitato di Aiuto #Osimo che ha organizzato un incontro pubblico per domani, 20 aprile alle 21,15 nella sala conferenze dell’Hotel La Fonte di via Fontemagna per confrontarsi con residenti e commercianti sulla questione (leggi l’articolo) .

Federica Gatto

“I commercianti non hanno preso in maniera positiva l’applicazione della sentenza della cassazione numero 16258/2016 ma l’amministrazione comunale non avrebbe potuto fare diversamente altrimenti avrebbe arrecato un danno erariale alle casse comunali” sottolinea l’assessore che è comunque aperta al dialogo. “Prima di applicare le nuove sanzioni abbiamo inviato una comunicazione a tutte le associazioni di categoria, già nel mese di febbraio, per avvisare che dal 1 aprile sarebbero state apportate le modifiche sanzionatorie – ricorda Federica Gatto- Comunque è intenzione dell’amministrazione e del comando della polizia locale convocare una nuova riunione, nelle prossime settimane, che coinvolgerà nuovamente le associazioni di categoria per chiarire al meglio la situazione ed eventualmente ascoltare e valutare proposte che da esse verranno”.

Tra le soluzioni allo studio della Pm c’è anche la possibilità di estendere il numero di parcheggi a disco orario (strisce bianche) nelle zone centrali del salotto cittadino. “E’ un ipotesi da valutare, sempre dopo aver ben ponderato l’impatto economico del provvedimento sui bilancio della Osimo Servizi” conviene l’assessore Gatto.

(m.p.c)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X