facebook rss

Coupe Mondiale della fisarmonica:
sabato le selezioni a Castelfidardo

OSIMO - E' il primo vero atto della competizione ospitata a settembre ad Osimo. L'organizzazione dell'evento è studiata in sinergia con Castelidardo e altre città dell'Anconetano. Il 6 maggio all’auditorium San Francesco la selezione dei fisarmonicisti italiani da ammettere alla Coppa
Print Friendly, PDF & Email

Il teatro La Nuova Fenice di Osimo (foto d’archivio)

Osimo e Castelfidardo mai come questa volta unite nel nome della fisarmonica. La Coupe Mondiale della Cia ed il Pif edizione numero 42 si terranno infatti a settembre nei due centri confinanti dell’anconetano dal 5 al 9 ad Osimo e dal 10 fino al 17 nella patria della fisarmonica. Due eventi di spicco ravvicinati che faranno confluire nelle città coinvolte il gotha dei fisarmonicisti provenienti da tutti i continenti.

“Non dunque una concorrenza, come qualcuno temeva. Tutt’altro – si legge in una nota ufficiale dell’evento – Una volta assegnata dai membri del congresso Cia all’Italia la 70 edizione della Coupe Mondiale scegliendo appunto Osimo come sede (dopo Spoleto nel 2012), le due amministrazioni hanno deciso di fare squadra unendo gli sforzi. Oltre la conferenza stampa congiunta che si terrà presso la sede della Regione per presentare i due eventi, il primo vero atto comune avverrà già questo sabato. L’Auditorium San Francesco a Castelfidardo ospiterà infatti, fin dalle prime ore della mattinata, la selezione dei fisarmonicisti italiani da ammettere alla Coupe Mondiale”.

LA GIURIA – A giudicare le giovani promesse italiane una prestigiosa giura presieduta da Dario Flammini (Conservatorio dell’Aquila) e composta inoltre da Marco Gemelli (Conservatorio Nocera Terinese), Germano Scurti (Conservatorio Lecce), Antonio Spaccarotella (Conservatorio Nocera Terinese) e Mirco Patarini (presidente del Comitato Musicale Confederation International des Accordeonistes).

L’auditorium San Francesco di Castelfidardo

NUMERI DA RECORD – Parte con numeri da record la selezione. Saranno infatti 19 i solisti e tre le formazioni. Le audizioni si svolgeranno con il seguente ordine: Categoria A (Coupe Mondiale) ore 9.30 – Michele Bianco, Andrea Coruzzi, Davide Di Filippo, Fernando Gabriele Mangifesta, Alberto Vernarelli. Categoria B (Junior Coupe Mondiale) ore 11.45 – Luigi Gordano, Alessandro Pagliari. Categoria E (Junior Virtuoso) ore 12.20 – Edoardo Dominici, Manuel Marchegiani. Categoria F (Chamber Music) ore 14:15 – Adversus Duo, Lecce Accordion Project Trio. Categoria C (Masters) ore 15.10 – Egidio Apuzzo, Salvatore Cella, Paolo Esposito, Mario Piluso, Stefano Sponta, Michele Toppo. Categoria D (Senior Virtuoso) ore 17.00 – Pierangelo Camodecha, Andrea Di Giacomo, Raffaele Gareri, Marco Leonetti. Categoria G (World Music) ore 18 – Carmine Sangineto & Friends Trio.

L’intera organizzazione è stata affidata, anche in questa occasione, alla IAC (Italian Accordion Culture) che è il Premier Member Italiano della CIA, associazione no profit dedita alla ricerca e alla valorizzazione delle tradizioni, allo sviluppo culturale e alla promozione di grandi eventi, che già aveva curato, con consensi favorevoli bipartisan, l’edizione di cinque anni fa.

Alcune delle fisarmoniche in mostra al Museo di Castelfidardo

LA COPPA DEL MONDO A OSIMO – L’edizione 2017 della Coppa Mondiale di fisarmonica, versione Cia, torna quindi di nuovo in Italia. Il Congresso Cia, composto dai membri di 35 delegazioni provenienti da tutto il mondo, ha infatti accolto la richiesta italiana di candidatura. La sede prescelta è quella di Osimo (siamo nelle Marche e precisamente nella provincia di Ancona), centro a forte vocazione turistica e culturale. Quella del 2017 sarà l’edizione numero 70 e ritorna sul territorio nazionale a distanza di cinque anni dopo quella di Spoleto nel 2012. In mezzo altre sedi prestigiose rispettivamente in Canada, Austria, Finlandia fino a quella recente di Rostov Sul Don (Russia). L’organizzazione è stata affidata, anche in questa occasione, alla IAC (Italian Accordion Culture) che è il Premier Member Italiano della Cia, associazione no profit dedita alla ricerca e alla valorizzazione delle tradizioni, allo sviluppo culturale e alla promozione di grandi eventi, che già aveva curato, con consensi favorevoli bipartisan, l’edizione di cinque anni fa.

La fisarmonica più grande del mondo esposta al Museo di Castelfidardo

ATTESI GLI ALLIEVI DELLE MIGLIORI SCUOLE DI FISARMONICA – “Osimo, centro di trentacinquemila abitanti con una storia antichissima alle spalle, è stata scelta sia per la ricettività alberghiera ma soprattutto per la presenza di strutture di pregio che ospiteranno l’evento. – annuncia il comunica stampa ufficiale dell’organizzazione – Su tutte il teatro la Nuova Fenice ricostruito interamente fra il 1887 ed il 1982, opera dell’architetto Gaetano Canedi ed il bellissimo Teatrino Campana. In queste splendide strutture, e nelle altre che l’Amministrazione Comunale a settembre metterà a disposizione per l’evento, si esibiranno i migliori fisarmonicisti provenienti da tutte le parti del mondo. La candidatura, presentata dal delegato italiano Mirco Patarini, che ricopre anche la carica di Presidente del Comitato Musicale della Cia, ha trovato il consenso unanime dei membri della Confederazione Internazionale. Al diffondersi della notizia, grande la soddisfazione espressa anche dal sindaco di Osimo Simone Pugnaloni il quale si è detto felice di ospitare un evento che porterà per una settimana la sua città al centro dell’attenzione mondiale”.

Infatti per questa 70° edizione, oltre ai nomi di spicco di coloro che hanno fatto grande lo strumento, sono attesi per questa vetrina da sempre ambita, anche gli allievi delle migliori scuole di fisarmonica. “Gli ammessi alla Coupe Mondiale – chiude la nota-  usciranno dalle selezioni che si terranno nelle varie sedi nazionali aderenti alla Cia. In Italia intanto si è ha già messa in moto la complessa macchina organizzativa. Saranno infatti previste agevolazioni per chi alloggerà nelle strutture convenzionate. L’intero territorio Sud della Provincia di Ancona (stiamo parlando delle città di Castelfidardo, Filottrano, Loreto, Numana, Sirolo e Camerano) sarà inoltre coinvolto, nelle intenzioni degli organizzatori, con una serie di concerti di assoluto spessore tecnico che faranno da filo conduttore con l’evento osimano”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page