facebook rss

Non risponde al compagno,
donna trovata morta in casa

SENIGALLIA - Dramma in via Capanna. La vittima aveva 48 anni, Cristina Montanari Visco. Da due giorni il suo cellulare squillava a vuoto
giovedì 4 Maggio 2017 - Ore 12:53
Print Friendly, PDF & Email

Foto d’archivio

Non la sentiva da due giorni e quando ha dato l’allarme è stata trovata morta in casa. Dramma in via Capanna, a Senigallia, dove questa mattina una 48enne, Cristina Montanari Visco, è stata trovata priva di vita dai carabinieri. A dare l’allarme è stato il suo compagno che per due giorni ha provato a chiamarla al cellulare senza ricevere risposta.

Per aprire la porta, chiusa dall’interno, sono intervenuti i vigili del fuoco. Il corpo era in un appartamento del terzo piano. La donna è stata trovata riversa sul tavolo della cucina. Sul posto è arrivata anche la guardia medica che ha constato il decesso. Dopo i primi riscontri è stato accertato che la 48enne è morta per una overdose. In casa c’erano ancora tracce dello stupefacente che si è iniettata. A chiamare i carabinieri è stato il compagno. La 48enne non gli rispondeva al telefono da due giorni. Una vicina di casa però l’ha vista ieri mattina, attorno alle 10.30, nella pizzeria sotto casa. I militari questa mattina, attorno alle 9, sono andati in vai Capanna e hanno provato a suonare all’abitazione. Il telefono squillava a vuoto. Così è stato chiesto l’intervento dei pompieri per aprire la porta. All’interno dell’appartamento la drammatica scoperta. Il corpo è stato portato all’obitorio dell’ospedale di Senigallia, a disposizione della magistratura.

(Mar. Ve.)

(Servizio aggiornato alle 13,20)

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X