facebook rss

“Devo leggere il contatore”,
ma è una scusa
e scatta la caccia al falso tecnico

CASTELFIDARDO - Oggi pomeriggio un residente di via delle Querce ha subodorato il raggiro nelle parole insistenti dello sconosciuto e, dopo averlo allontanato, ha subito telefonato al comando della Pm
lunedì 8 Maggio 2017 - Ore 21:35
Print Friendly, PDF & Email

La centrale operativa al comando della polizia locale di Castelidardo

Verso le 16 di oggi si è presentato a casa di un residente di via delle Querce, a Castelfidardo, sostenendo di essere un tecnico dell’Enel e con insistenza ha chiesto di poter leggere i dati del contatore dell’abitazione. L’interlocutore però si è insospettito perché il giovane di bella presenza, capelli corti castani e alla moda, non indossava abiti da lavoro né aveva con se’ il tesserino di riconoscimento. Oltretutto era arrivato al volante di un’Audi A 3 con 3 porte. E alla domanda diretta su come mai non guidasse un mezzo aziendale, ha risposto che la vettura si era rotta proprio oggi e che aveva dovuto ripiegare sulla propria. Tanto è bastato perché il cittadino fiderdense, subodorando il raggiro, lo ha invitato ad andarsene e poco dopo ha telefonato al comando della Pm di Castelfidardo per segnalare l’accaduto.

Franco Gerboni, comandante della Pm di Castelfidardo

Agli agenti della Polizia locale ha fornito anche dettagli sulle lettere e sui numeri di targa dell’auto, utili ad individuarne la proprietà. Subito dopo sono scattate le ricerche della Pm sul territorio comunale che purtroppo non hanno dato esito positivo. “Questo però è un esempio da seguire – commenta Franco Gerboni, il comandante della Polizia locale di Castelfidardo – Il ragazzo di Castelfidardo oltre ad essere accorto e molto attento ci ha telefonato subito per comunicarci quanto era successo, prima ancora di mettere in guardia i concittadini scrivendo un post di allerta su Facebook. I social media sono mezzi di comunicazione importanti ma per incastrare i malintenzionati è fondamentale informare le forze dell’ordine in tempo reale”. Nel corso del pomeriggio, il sedicente tecnico dell’Enel è stato avvistato anche al Cerretano.

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X