facebook rss

Immigrazione clandestina,
la polizia trova ed espelle
due irregolari

SENIGALLIA – Durante i controlli del commissariato sul lungomare Mameli sono stati identificati due stranieri senza permesso di soggiorno, entrambi con precedenti per spaccio e già raggiunti da decreti di espulsione. Rimpatriato un marocchino, procedure avviate per un tunisino
Print Friendly, PDF & Email

Il commissariato di Senigallia, foto d’archivio

 

 

Controlli contro l’immigrazione clandestina, gli agenti del commissariato di Senigallia hanno identificato diversi extracomunitari, proceduto con l’espulsione di un irregolare e avviato le procedute per un secondo clandestino. Ieri, nel corso dei controlli, i poliziotti hanno fermato tre persone sul lungomare Mameli. I tre sono stati identificati ed in particolare la donna, A.R. di 35 anni circa, senigalliese, era nota per reati in materia di stupefacenti e anche gli altri due uomini avevano a loro carico numerosi precedenti e arresti per spaccio. I due uomini, B. M. tunisino, di 35 anni, e L. A. marocchino, di 27 anni, sono stati dunque accompagnati in commissariato. Dagli accertamenti si è scoperto che l’uomo originario della Tunisia era stato scarcerato da pochi giorni dal carcere di Campobasso e, dopo aver scontato una pena di oltre 2 anni e 6 mesi per detenzione di droga con finalità di spaccio, di seguito alla condanna, doveva essere espulso dall’Italia. Il ragazzo marocchino aveva già ricevuto un decreto di espulsione, ma non aveva mai rispettato l’ordine del Questore. I due sono stati perciò condotti nella Questura di Ancona per le procedure di espulsione. Il marocchino è stato trasferito al Cie di Brindisi per il rimpatrio. Stessa procedura spetterà per il ragazzo tunisino, in attesa di essere accompagnato al Cie.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X