facebook rss

Forza un posto di blocco
e si lancia dall’auto in moto:
arrestato 30enne senza patente

LORETO - Dopo essere stato bloccato è stato ammanettato con l'accusa di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. Un carabiniere è finito al pronto soccorso. Maxi multa per il giovane, già scarcerato in attesa del processo
lunedì 15 Maggio 2017 - Ore 14:52
Print Friendly, PDF & Email

foto d’archivio

In fuga sull’auto dopo aver forzato un posto di blocco, finisce in manette dopo una colluttazione con i carabinieri. Stanotte verso l’una, nel corso di posto di blocco attuato in via Buffolareccia, i carabinieri di Loreto intimavano l’alt ad un’autovettura Renault Clio, guidata da un 30enne di origine albanese residente a Mesagne, che invece di fermarsi, con una manovra repentina si dava alla fuga verso Porto Recanati. I carabinieri raggiungevano il veicolo all’altezza di via Traversa Cimitero ma il conducente, dopo averlo abbandonato ancora in movimento, si lanciava fuori e tentava di scappare a piedi per i campi. L’auto finiva la sua corsa dentro un fossato, il giovane veniva invece bloccato ma nella colluttazione uno dei carabinieri, medicato al pronto soccorso dell’ospedale di Loreto, riportava delle contusioni alla mano destra guaribili in tre giorni,.

In caserma il 30enne, identificato per Vilson Kocli, si rifiutava di collaborare e di fornire informazioni inerenti la sua presenza a Loreto, pertanto è stato arrestato per il reato di resistenza, violenza e lesioni personali a pubbico ufficiale e trattenuto in camera di sicurezza. Nella circostanza il giovane è stato anche contravvenzionato con l’ammenda di 5.000 euro perchè sprovvisto della patente di guida mai conseguita in Italia e per non aver ottemperato all’alt e al controllo dei carabinieri, mentre l’autovettura è stata sottoposta a fermo amministrativo per la successiva confisca e affidata in custodia a una ditta convenzionata. Il Pm Daniele Paci ha disposto la traduzione dell’arrestato per la tarda mattinata odierna presso il Tribunale di Ancona, per l’udienza di convalida ed il rito direttissimo. A carico dell’arrestato è stata proposta la misura di prevenzione per l’irrogazione del Foglio di Via Obbligatorio per anni 3 dal Comune di Loreto. Stamattina alle 12.30, nel corso dell’udienza tenutasi presso il Tribunale di Ancona, il Gip ha convalidato l’arresto e su richiesta dei termini a difesa del legale di parte, ha concesso concesso il rito abbreviato rinviando l’udienza al prossimo 20 luglio, rimettendo in libertà il giovane.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X