facebook rss

‘A faraway world’,
gli studenti delle Trillini
recitano in inglese

OSIMO - Grande successo per il saggio finale degli alunni delle Medie al teatrino della parrocchia della Misericordia
lunedì 19 Giugno 2017 - Ore 15:59
Print Friendly, PDF & Email

Gli studenti delle Medie dell’Ic Trillini sul palco del teatrino della Misericordia

A chiusura dell’anno scolastico 2016/17, giovedì 8 giugno e venerdì 9 giugno presso il teatrino della parrocchia della Misericordia di Osimo è stato messo in scena lo spettacolo in lingua inglese “A faraway world” (Un mondo lontano) ad opera della quasi totalità delle classi della Scuola Media: 1A, 1B, 1D, 1E, 2A, 2D, 2E, 3A, 3B, 3E. “Questa rappresentazione – spiega un comunicato stampa dell’Istituto comprensivo Trillini – è stata il prodotto finale del laboratorio teatrale pomeridiano in lingua inglese che aveva come obiettivo primario quello di favorire la conoscenza, la socializzazione e la collaborazione tra gli studenti dei due plessi di Passatempo e del Borgo.

L’idea, inizialmente nata per gli alunni delle classi seconde e terze, è stata poi estesa anche alle prime, in seguito all’entusiasmo e al desiderio di partecipazione mostrati dai ragazzi di queste classi. Si è così costituito un gruppo di lavoro composto da 45 alunni di età e competenze linguistiche diverse. Il tempo a disposizione è stato di soli due mesi e mezzo, ma sono stati mesi di lavoro intenso e produttivo”.

Gli studenti sono stati suddivisi in base alle proprie inclinazioni e abilità in sei gruppi: scrittura dei dialoghi in situazione, disegno degli scenari e dei cartelloni, ballo, musica, recitazione, trucco e costumi. “I ragazzi, pur avendo livelli diversi di padronanza linguistica, – prosegue la nota – hanno interagito positivamente e collaborato alla buona riuscita dello spettacolo. Hanno così potenziato la loro competenza a livello di espressione interattiva, migliorando la loro pronuncia e acquisendo nuovi vocaboli, strutture e funzioni che hanno riutilizzato nei contesti reali delle varie scene. Hanno infine superato la loro timidezza rafforzando la propria autostima attraverso la recitazione, la gestualità espressiva, il disegno e la danza. Hanno così scoperto che è bello imparare cose nuove divertendosi insieme”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X