facebook rss

La serata etilica finisce
con il ritiro della patente

OSIMO - Il 40enne fermato dai carabinieri sulla Statale 16 ad Osimo Stazione aveva un tasso alcolemico quasi 3 volte sopra la soglia tollerata dalla legge. Ritrovato a casa di un 55enne un telefonino rubato allo Snai nel mese di gennaio
martedì 27 Giugno 2017 - Ore 15:24
Print Friendly, PDF & Email

un posto di blocco dei carabinieri (foto d’archivio)

Nella serata di ieri, a conclusione di indagini, i carabinieri di Osimo hanno denunciato in stato di libertà per il reato di ricettazione R.G., 55enne nativo di Napoli ma residente ad Osimo. A suo carico sono stati raccolti gravi e precisi indizi di colpevolezza sull’illecito utilizzo di uno smartphone LG V10 del valore di circa 550 euro, rubato all’interno del punto Snai di Osimo ad un ragazzo osimano lo scorso 20 gennaio. Il cellulare è stato rinvenuto a seguito di perquisizione a casa dell’uomo, richiesta dalla Stazione osimana e delegata dalla competente Procura di Ancona. É già stato riconsegnato al legittimo proprietario.

Sempre ad Osimo alle 3 di stanotte, i militari del Radiomobile, nel corso di un posto di blocco sulla Statale 16, ad Osimo Stazione, hanno controllato un’Alfa Romeo 147 condotta dall’operaio incensurato, un 40enne nativo di Santo Domingo ma residente a Osimo. L’uomo era in evidente stato d’ebbrezza e, sottoposto al test etilometrico, è risultato positivo per un valore illegale pari a 1,38 g/l (la soglia del legge è 0.50 g/l). E’ stato pertanto denunciato in stato di libertà per guida in stato di ebbrezza alcolica in orario notturno con il contestuale ritiro della patente che verrà trasmessa alla Prefettura di Ancona per i provvedimenti di competenza.

Nell’arco dei servizi esterni eseguiti su tutto il territorio della Val Musone, i carabinieri nelle ultime ore hanno controllato complessivamente 67 veicoli, 72 persone ed elevato 23 contravvenzioni al codice della strada per violazioni varie come omessa copertura assicurativa, omesso uso delle cinture di sicurezza, uso continuo e smodato del telefonino durante la guida, dimenticanza dei documenti di guida, violazione dei limiti di velocità con accertamento tecnico autovelox-telelaser. Sono state altresì eseguite 15 perquisizioni sul posto a soggetti di interesse operativo e controllate 20 persone sottoposte agli arresti e alla detenzione domiciliare.

 

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X