facebook rss

Rientra in Italia tre mesi
dopo l’espulsione,
clandestino arrestato

JESI – Il cittadino polacco era stato allontanato dopo aver scontato la pena in carcere per diversi reati. Gli agenti del commissariato lo hanno rintracciato e di nuovo trattenuto a Montacuto in attesa di rimpatrio
giovedì 13 Luglio 2017 - Ore 15:57
Print Friendly, PDF & Email

Foto d’archivio

Arrestato per aver essere rientrato in Italia dopo l’espulsione, torna in carcere in attesa del rimpatrio. Verso la fine di aprile K. D. , cittadino polacco, era stato allontanato dal territorio nazionale come disposto dal tribunale di Ancona in quanto “soggetto ritenuto socialmente pericoloso”. L’uomo infatti aveva scontato in carcere un periodo di detenzione per diversi reati prima di essere espulso. Nonostante il divieto di ritorno per 10, il polacco era rientrato clandestinamente in Italia, trovando ospitalità a Jesi. Nella mattinata di ieri, gli agenti del commissariato hanno fatto irruzione nell’appartamento arrestando l’uomo. Stamattina il giudice ha convalidato l’arresto ed ha disposto per K. D. il trattenimento in carcere in attesa di una nuova espulsione.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X