facebook rss

L’eroina viaggia in taxi:
arrestato un 27enne

OPERAZIONE - Mohamed Charif Kamel, magrebino con cittadinanza belga, già ai domiciliari, è stato bloccato dai carabinieri di Osimo mentre si spostava lungo la costa col mezzo pubblico. Ha tentato di ingerire un pacchetto contenente 30 grammi di stupefacente. Una volta tagliato, avrebbe fruttato 90 dosi destinate alla riviera del Conero
giovedì 20 Luglio 2017 - Ore 11:41
Print Friendly, PDF & Email

 

Mohamed Charif Kamel

 

Si spostava per spacciare a bordo di un taxi ma è stato pedinato e bloccato dai carabinieri di Osimo, arrestato ieri pomeriggio a Potenza Picena Mohamed Charif Kamel, 27 anni, di origine marocchina con cittadinanza belga, residente a Potenza Picena.
Nel tardo pomeriggio di ieri i militari del Nucleo operativo radiomobile di Compagnia, nel corso di un predisposto servizio finalizzato alla repressione del traffico illecito delle sostanze psicotrope, hanno iniziato il pedinamento di un soggetto di origine magrebina, presunto spacciatore di “droge pesanti”. L’uomo per depistare i controlli si stava muovendo a bordo di un taxi. Convinti che l’uomo avesse con sé sostanze stupefacenti  destinate allo spaccio, hanno seguito il mezzo da distanza di sicurezza, aspettando il momento giusto per intervenire.

L’occasione propizia è arrivata intorno alle 19 nel centro abitato di Porto Potenza Picena dove, approfittando del traffico intenso, i militari hanno bloccato il taxi ed immobilizzato il passeggero che, confermando i sospetti, con mossa repentina si è messo in bocca un involucro rivestito di cellophane per ingoiarlo. Il gesto non è sfuggito all’attenzione dei militari che sono riusciti a recuperare il pacchetto verificando che conteneva 30 grammi di eroina.

L’eroina sequestrata: Kamel aveva tentato di ingerirla

L’uomo, celibe, nullafacente, pluripregiudicato e  sottoposto al regime degli “arresti domiciliari”  nel luogo di residenza e, pertanto nella condizione di “evaso” al momento del controllo è stato subito ammanettato, condotto in caserma ed identificato. Il magrebino è stato quindi immediatamente dichiarato in arresto per i reati diDetenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. La sostanza stupefacente sequestrata è risultata eroina di buona qualità. Era destinata al “mercato” della Riviera del Conero (Sirolo, Numana e Marcelli), opportunamente “tagliata”, avrebbe potuto essere trasformata in circa 90 dosi.
Il sostituto procuratore di turno al Tribunale di Macerataha disposto il trasferimento dell’arrestato in carcere, nella Casa circondariale di Ascoli Piceno di Marino del Tronto.

(servizio in aggiornamento)

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X