facebook rss

Schianto fatale sulla Cameranense:
auto sbarra la strada alla moto
Addio a Raoul Chiucconi

LA TRAGEDIA - L'uomo aveva 57 anni, era un dipendente della Multiservizi e stava andando verso Ancona. Secondo una prima ricostruzione la Mercedes condotta da una 73enne non avrebbe visto il centauro. Il pm ha aperto un fascicolo, la donna rischia l'accusa di omicidio stradale
lunedì 31 Luglio 2017 - Ore 18:53
Print Friendly, PDF & Email

 

Il luogo dell’incidente

 

di Federica Serfilippi 

(In alto le foto di Giusy Marinelli)

Stava percorrendo la Cameranense in sella alla sua Honda Transalp quando un’auto che tentava di svoltare verso una stradina secondaria gli ha tagliato la strada. Uno schianto violentissimo che non ha lasciato scampo al centauro Raoul Chiucconi, 57enne di Camerano, dipendente della Multiservizi nel settore dedicato all’idraulica. L’uomo, secondo i primi riscontri, sarebbe morto sul colpo. Inutili i soccorsi della Croce Gialla di Camerano e del personale medico dell’eliambulanza del 118, tornata alla cittadella di Torrette vuota. Chiucconi, ex bodybuilder molto conosciuto in città per il suo impegno civile e sociale, lascia moglie, due figli e un vuoto immenso in tutta Camerano. Alla guida dell’auto, una Mercedes Classe A rossa, c’era una donna di 73 anni. Da una ricostruzione ancora sfumata, sembra che al momento dello schianto stesse svoltando nella corsia opposta a quella da lei percorsa per raggiungere una strada privata. Proprio mentre stava arrivando il 57enne in sella alla moto: in pratica gli avrebbe tagliato la strada. Ora, la 73enne rischia di essere indagata per omicidio stradale. La tragedia si è consumata poco dopo le 13 sul rettilineo della Cameranense distante qualche centinaio di metri dall’arco degli Angeli di Varano, nel territorio del comune di Camerano. Il motociclista procedeva verso Ancona. 

Raoul Chiucconi

 

La Mercedes viaggiava in direzione opposta a quella di Chiucconi. Ad un certo punto, la donna al volante si sarebbe accorta di aver superato lo svincolo, situato sulla corsia che conduce al capoluogo, che l’avrebbe portata a destinazione. L’obiettivo sarebbe stato quello di girare verso una strada sterrata e poi completare l’inversione per imboccare finalmente la via corretta. Proprio durante la manovra di svolta sarebbe avvenuto lo schianto con il centauro. La moto è finita contro la parte anteriore destra della vettura. «Non l’ho proprio visto» avrebbe detto la donna agli agenti della Polstrada, intervenuti sul posto assieme ai vigili del fuoco e ai mezzi del 118. All’arrivo dei soccorsi, per il 57enne era già tardi. I rilievi sono stati lunghi e complessi. Andranno a confluire nel fascicolo aperto dal pm Paolo Gubinelli per fare chiarezza sulla morte del centauro.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X