facebook rss

Pedinamenti e minacce
alla ex compagna,
in carcere 36enne

JESI - Tre anni di convivenza segnati da maltrattamenti, offese e lesioni, poi alcuni giorni fa la decisione della donna di chiudere la relazione e l'inizio della persecuzione da parte dell'uomo
giovedì 24 Agosto 2017 - Ore 12:35
Print Friendly, PDF & Email

foto d’archivio

 

Perseguitava la sua ex compagna, seguendola e minacciandola. In carcere, dopo l’arrestato dai carabinieri di Jesi, guidati dal luogotenente Fiorello Rossi, S. A., trentaseienne originario del centro Africa, per maltrattamenti in famiglia, atti persecutori e lesioni personali. È l’ultimo atto di un dramma durato per la donna oltre 3 anni. Anni di convivenza segnati da offese, lesioni e maltrattamenti di ogni genere. Qualche giorno fa la decisione della donna di porre fine alla relazione. Decisione che non era andata giù all’uomo che ha iniziato a seguire la sua ex compagna sia sotto casa dei genitori sia sul luogo di lavoro ed a minacciarla in più occasioni anche davanti a testimoni. La donna impaurita aveva iniziato a cambiare le sue abitudini, cercando così di evitare qualsiasi contatto con l’ex, ma non è bastato a fermare il 36enne, tanto che l’ex compagna ha deciso di denunciarlo ai carabinieti, raccontando anche dei tre anni di inferno passati con l’uomo.

Effettuati i dovuti accertamenti, i militari hanno immediatamente hanno denunciato l’uomo in stato di libertà per i reati di maltrattamenti in famiglia, atti persecutori e lesioni personali e contestualmente hanno avanzato una richiesta di misura cautelare all’autorità giudiziaria, che tempestivamente, condividendo tutte le risultanze della polizia giudiziaria, ha emesso un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di S.A.

I militari dunque si sono messi alla ricerca del soggetto e una volta rintracciato lo hanno portato in caserma per dare esecuzione formale all’ordinanza e successivamente condurlo alla casa circondariale di Ancona a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X