facebook rss

Croce Rossa in festa
per celebrare un anno al servizio
di chi ha bisogno

OSIMO - Nella frazione di Campocavallo il weekend dedicato alla raccolta fondi a favore dell'attività di assistenza e soccorso dell'associazione e delle popolazioni terremotate. Tra gli obiettivi l'acquisto di una sedia motorizzata, di un taxi sanitario e di un pulmino per il trasporto dei disabili. Non si ferma l'opera di sostegno alle famiglie sfollate ad un anno dal sisma
venerdì 25 Agosto 2017 - Ore 13:07
Print Friendly, PDF & Email

Il comitato di Osimo della Croce Rossa

 

 

Acquisto di una sedia motorizzata, di un taxi sanitario e di un pulmino per disabili. È la sfida che vogliono vincere i volontari della croce rossa di Osimo con la raccolta fondi della 12esima “Cri Osimo in Festa” che si terrà da oggi a domenica a Campocavallo. L’anno scorso il comitato è riuscito a raccogliere quasi 14.600 euro che sono stati devoluti ai progetti di sostegno della famiglie terremotate, alle quali la croce rossa Marche metterà a disposizione un kit accoglienza per chi è prossimo all’ingresso nelle nuove strutture abitative sui luoghi del sisma. Un modo per consentire loro di avere l’indispensabile per ripartire nella nuova “casa”.

Così la solidarietà e o sguardo rivolto a chi ha bisogno per la croce rossa di Osimo non si ferma neanche nei momenti di festa. Circa 400 volontari, 8 dipendenti autisti soccorritori, una segretaria e quest’anno anche 5 ragazzi del servizio civile nazionale, i numeri dell’associazione che garantisce assistenza e soccorso al territorio. «Grazie al contributo di molti, a partire dai cittadini, siamo riusciti a rinnovare il parco mezzi, migliorando ulteriormente la qualità ed il numero dei servizi − si legge in una nota −. Sono stati acquistati 3 mezzi certificati per il servizio di emergenza sanitaria 118 ed un mezzo, sia 118 che Als, per il trasporto di pazienti critici con medico ed infermiere a bordo». Circa 120mila i chilometri percorsi nel primo semestre del 2017, 4mila i pazienti trasportati suddivisi tra quelli di emergenza 118, del trasporto infermi e del taxi sanitario.

«Quest’anno il comitato di Osimo con i suoi volontari ha rafforzato il servizio di emergenza per far fronte alle tante necessità che emergono soprattutto nel periodo invernale ed in quello estivo − prosegue la nota −. Dalla fine del 2016 ad oggi, oltre al periodo in convenzione di 118 (dalle 8 alle 20), ci siamo messi a disposizione, in modo totalmente gratuito, anche per quello di emergenza nella fascia notturna dalle 20 alle 8 ed in più nella fascia diurna siamo riusciti a coprire con un’ulteriore ambulanza gratuita i tanti servizi di 118».

Dalle sfide future al bilancio di un anno di attività. Un anno segnato dalle drammatiche vicende del terremoto che ha visto coinvolto nei soccorsi e nell’assistenza anche il comitato di Osimo. «È  passato un anno da quella terribile sera del 24 agosto 2016 − ricordano dal comitato −. Subito dopo il sisma un’ambulanza con equipaggio raggiunse le zone colpite, mentre ad Osimo si decise di istituire una Sala Operativa Locale per accogliere i concittadini impauriti nella nostra sede. Ci siamo adoperati anche per raccogliere materiale di prima necessità e offrire supporto psico-sociale agli sfollati. I ragazzi del gruppo giovani si sono subito allertati e fin dai primi mesi hanno presieduto la ludoteca di Pretare di Arquata del Tronto, per poi spostare l’attività, in collaborazione con i Giovani Cri Loreto, fino a dicembre, al Palazzo Illirico di Piazza della Madonna a Loreto e a tutt’oggi presso la ludoteca del Camping Green Garden di Sirolo dove sono ospitate le famiglie sfollate».

 

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X