facebook rss

Cambia vestiti dopo il furto
e abbandona il bottino
lungo i binari: 37enne nei guai

OSIMO - L'uomo, che risiede a Castelfidardo, è stato bloccato dagli agenti delle volanti del Commissariato dopo l'ennesimo furto consumato a Osimo Stazione. Parte della refurtiva è già stata consegnata ai legittimi proprietari, ma un set di posate, liquori, strumenti musicali e generi alimentari attendono di essere ancora ritirati negli uffici della polizia di piazza Marconi
giovedì 21 Settembre 2017 - Ore 12:33
Print Friendly, PDF & Email

Gli agenti del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Osimo hanno prove concrete per ritenerlo responsabile di numerosi furti perpetrati in diverse abitazioni di Osimo. Hanno pertanto denunciato B.H., 37 anni, di nazionalità marocchina ma residente a Castelfidardo. L’uomo è stato fermato all’interno di un bar nei pressi della Stazione di Osimo nel corso di una operazione di Polizia effettuata dagli agenti della Squadra Volante di Osimo intervenuti subito dopo alcuni furti consumati nelle abitazioni della zona. Da elementi raccolti nel corso dei sopralluoghi e a seguito di testimonianze ricevute, i poliziotti hanno proceduto immediatamente a controllare i locali della stazione ferroviaria le vie adiacenti, i parchi e all’interno di alcuni bar della frazione. Nel corso di tali operazioni gli Agenti hanno recuperato diversi borsoni contenenti refurtiva che il ladro, tallonato dai poliziotti, è stato costretto ad abbandonare lungo i binari ferroviari. All’interno di un bar della stazione la polizia è riuscita ad individuare e fermare il responsabile dei furti che per sviare i controlli aveva tentato invano di cambiarsi gli abiti indossati.

Le volanti del Commissariato di Osimo in piazza Marconi

Parte della refurtiva consistente anche in costosa attrezzatura da lavoro, biciclette ed altro è stata già riconosciuti dai proprietari e riconsegnata ai legittimi proprietari. Ulteriore refurtiva tra cui set di posate, liquori, strumenti musicali, generi alimentari ed altro sono stati sequestrati e si trovano custoditi presso il Commissariato di Pubblica Sicurezza di Osimo in attesa del riconoscimento dei proprietari. Il dirigente del Commissariato di Osimo ha disposto che il magrebino, già conosciuto ed arrestato in passato dagli stessi poliziotti per spaccio di droga e su cui sono in corso ulteriori indagini per verificare ulteriori responsabilità in relazione ad altri furti in appartamento consumati nella giurisdizione, sia deferito alla Questura di Ancona per l’adozione del Foglio di Via Obbligatorio da Osimo con il divieto di farvi ritorno per la durata di tre anni.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X