facebook rss

Inseguono due pusher,
trovano la refurtiva dei colpi
consumati in scuole e case

SENIGALLIA - I due senigalliesi di 41 e 33 anni, entrambi disoccupati e già noti alle forze dell'ordine, sono finiti in manette per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, il più giovane anche per il reato di ricettazione.
giovedì 5 Ottobre 2017 - Ore 19:09
Print Friendly, PDF & Email

La refurtiva recuperata dai carabinieri di Senigallia durante l’operazione antidroga scattata ieri sera

I Carabinieri della Compagnia di Senigallia hanno arrestato due senigalliesi di 41 e 33 anni, entrambi disoccupati e già noti alle forze di polizia. I reati contestati sono detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti e per quanto riguarda il 33enne anche ricettazione. Ieri sera, i carabinieri, in borghese, si sono appostati in via dei Filzi. Poco dopo, sono arrivati i due a bordo di uno scooter di colore nero che appena si sono accorti della presenza dei miliari, hanno abbandonato la moto e sono fuggiti all’interno di un condominio. Braccati dai carabinieri, mentre salivano le scale, i due hanno tentato di disfarsi di piccoli involucri di cellophane che hanno lasciato cadere in un vaso. Il tentativo tuttavia non è sfuggito all’attenzione dei militari che hanno proceduto immediatamente al loro recupero. Si trattava di due involucri contenenti polvere bianca. I due uomini bloccati sono stati quindi condotti in caserma dove è stata analizzata la sostanza rinvenuta, che è risultata essere costituita da 4,5 grammi di eroina e circa 2 grammi di cocaina. I due hanno ammesso di averla acquistata poco prima ad Ancona senza rivelare il nome del fornitore perché avrebbero dovuto cederla ad altri tossicodipendenti di Senigallia.

In seguito, i Carabinieri operanti hanno perquisito le rispettive abitazioni dove hanno rinvenuto 4 bilancini di precisione, 1 flacone di metadone, materiale per la preparazione delle dosi e sostanza da taglio (borotalco e bicarbonato di sodio). Inoltre, nell’abitazione del 33enne è stato rinvenuto un considerevole quantitativo di refurtiva. In particolare sono saltati fuori: due televisori LCD da 42 e 32 pollici Philips e Toshiba; un amplificatore mixer Ultralink Pro, uno stereo lettore Cd Philips con due casse acustiche; un notebook Fujitsu 14 pollici; un notebook 10 pollici Packard Bell; un tablet Asus 7 pollici; 2 orologi da polso; alcune tessere Postepay, 24 telefoni cellulari e smathphone di vari modelli e marche.

Parte del materiale elettronico rinvenuto è risultato essere la refurtiva dal furto denunciato il 7 settembre scorso ai danni della Scuola dell’Infanzia ‘Mario Giacomelli’ di Cesano, mentre i due orologi provengono dal furto in una abitazione di Senigallia commesso il 19 settembre scorso per cui, nei giorni scorsi, erano finite nei guai 6 persone denunciate per furto e riciclaggio. Pertanto il 33enne è stato denunciato anche per il reato di ricettazione. I due arrestati, dopo aver trascorso la notte nelle camere di sicurezza della Caserma di via Marchetti, questa mattina sono stati presentati dinanzi al Tribunale di Ancona per la direttissima. Le indagini proseguono per individuare le altre persone coinvolte nei furti nelle scuole.

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X