facebook rss

Giornata del Donatore Avis,
tra premi e traguardi tagliati

JESI - Ieri al teatro Pergolesi i festeggiamenti per il 70esimo dalla fondazione dell'associazione jesina. Sul palco autorità, premiati, studenti e anche il comito Gabriele Cirilli
lunedì 16 Ottobre 2017 - Ore 18:42
Print Friendly, PDF & Email

Un successo la Giornata del Donatore organizzata dall’Avis di Jesi. Una giornata intensa quella di ieri per l’associazione dei donatori di sangue jesini che quest’anno festeggiano il 70esimo dalla donazione. Dopo il corteo fino al Municipio per la deposizione della corona d’alloro ai caduti, la banda cittadina ha accompagnato il corteo fino al Teatro Pergolesi. Presenti tantissimi donatori, il presidente dell’Avis di Jesi Bruno Dottori, il sindaco Massimo Bacci, Daniela Spadini la responsabile dei centri trasfusionali dell’Area Vasta 2, Massimo Lauri presidente di Avis Marche, Romano Zenobi presidente Avis Provinciale, il consigliere regionale Enzo Giancarli e l’assessore jesino Paola Lenti.

I 70 ANNI DELL’AVIS JESI – “Nell’ambito delle celebrazioni del 90° di Avis Nazionale, dell’80° del provinciale di Ancona la Comunale di Jesi celebra il suo 70° dalla fondazione- ha evidenziato Dottori, che non è riuscito a trattenere l’emozione – Ci teniamo a ricordare che comunque il primo gruppo di donatori di Sangue in Italia nacque ad Ancona 90 anni fa comprendendo donatori che venivano da tutta la provincia ed oltre. Oggi la comunale di Jesi conta oltre 1630 donatori e dal suo primo anno di fondazione risultano effettuate oltre 120mila donazioni di sangue e plasma. Quest’anno c’è stato un gran bisogno di sangue per coprire le richieste che venivano dalle strutture ospedaliere della Regione dall’Ospedale Carlo Urbani ma anche per la compensazione verso le altre regioni come Sardegna e Sicilia per gli ammalati di Talassemia e i derivati di Plasma verso la Puglia. Nelle scorse settimane siamo stati chiamati, con centinaia di sacche anche in soccorso ad una zona di Roma di circa un milione e duecentomila abitanti, dove si è creata una notevole carenza di sangue per colpa di una terribile zanzara, in quanto i donatori di quelle zone non potevano donare”.

Gabriele Cirilli sul palco del teatro Pergolesi

I PREMI PER LA SCUOLE – “L’emozione che trapela significa che lavorate con il cuore – le parole del sindaco Bacci – Dobbiamo creare una rete vera tra le associazioni del territorio”. L’occasione anche per presentare il calendario avisino 2018, in dieci lingue, realizzato con i disegni degli studenti delle scuole medie jesine. Ai più meritevoli, selezionati dai ragazzi del Liceo Artistico ‘Mannuzzi’ coordinati dal professor Massimo Ippoliti, l’Avis di Jesi nell’ambito di “Dono anch’io Alessandro Federici” ha consegnato 600 euro la scuola Leopardi, 500 euro al Savoia, pari merito per Lorenzini e Federico II alle quali sono andati 350 euro ciascuna. “Il medico trasfusionale è garante della salute del donatore e del paziente” ha evidenziato la Spadini annunciando l’impegno preso per aumentare le donazioni di plasma. Un plauso all’attività jesina da parte di Zenobi e di Lauri che hanno invitato i giovani a donare sangue. Presenti al Pergolesi anche la famiglia di Andrea Pisana che lo scorso gennaio raccolse il palloncino Avis lanciato da Jesi per la Giornata della Pace, il presidente dell’Avis di Modica Franco Tona e il vice sindaco Giorgio Linguanti.

Giornata del Dnatoe Avis di Jesi, la delegazione di Modica presente sul palco

I PREMIATI PER LE CENTO DONAZIONI – Uno scambio di doni tra le autorità e la consegna della borsa di studio intitolata a Malvina Pastorini Ciardi (due gli studenti premiati con 1500 euro e mille euro), ha anticipato la consegna delle cittadinanze benemerite ai donatori che hanno raggiunto le cento donazioni. La medaglia oro con smeraldo e la cittadinanza sono state conferite a Stefano Barigelli, Mauro Bicchieri, Bruno Dottori, Luca Ferretti, Giorgio Fiordelmondo e Riccardo Saturni. Sul palco anche i donatori con 75 donazioni: Alberto Anconetani, Paolo Bellagamba, Paolo Carnali, Gianluca Catani, Emanuele Corinaldesi, Luigi David, Andrea Lancioni, Gianluca Mastri, Alfio Paoloni, Paolo Passarelli, Sergio Piccini, Dorotea Ragni, Massimo Rango, Maurizio Ridolfi, Antonio Santoni, Valentino Scuppa e Massimiliano Zenobi. Altre onorificenze per un minor numero di donazioni sono state consegnate nel foyer del Teatro Pergolesi dopo l’esilarante spettacolo del comico Gabriele Cirilli. Le celebrazioni per il 70 di Avis Jesi continueranno da mercoledì 18 ottobre fino a domenica 22 nella Galleria del Palazzo dei Convegni con la mostra fotografica “Mille volti Appesi” dove saranno esposte le foto dei donatori.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X