facebook rss

Torna dopo le dimissioni e stravince:
Maurizio Fortunato Savino rieletto
coordinatore della Protezione civile

OSIMO - Ieri sera il voto per scegliere il nuovo coordinamento. Affiancheranno il vertice il vice Massimo Iaconisi e, come segretario, Roberto Severini. Tra i primi obiettivi da perseguire l'insediamento nella nuova sede di via Molino Mensa
martedì 17 Ottobre 2017 - Ore 14:34
Print Friendly, PDF & Email

Il polo della sicurezza di Osimo, in via Molino Mensa, con il comando della Polizia locale, la sede della Cri, del Cb-Om radioamatori e ora anche della Protezione Civile

E’ tornato, si è ricandidato e a voti unanimi, 18 su 18, ieri sera, è stato rieletto coordinatore della Protezione civile di Osimo. Maurizio Fortunato Savino è di nuovo alla guida del gruppo comunale formato da 23 uomini. Nella direzione sarà affiancato dal vice Massimo Iaconisi, mentre è stato confermato segretario Roberto Severini. “Ringrazio tutti per la rinnovata fiducia, 18 voti su 18 presenti dei 23 aventi diritto, è un risultato importante. Il mio impegno, e quello degli altri componenti del coordinamento, sarà sempre massimo. Buon lavoro a tutti noi” ieri sono state le sue prime parole dopo l’elezione plebiscitaria.  Il nuovo coordinatore si è già rimboccato le maniche, messi da parte il passato, le incomprensioni e i problemi con l’amministrazione comunale che qualche mese fa lo avevano costretto per coerenza e onestà intellettuale alle dimissioni (leggi l’articolo), seguite a ruota, qualche settimana fa, da quelle di Siro Candolfi, il successore (leggi l’articolo).

Maurizio Fortunato Savino

“Lasciando aveva fatto un gesto di responsabilità, proprio come l’ho fatto ora accettando di ritornare – racconta Maurizio Fortunato Savino, ispettore in pensione degli agenti della Polizia penitenziaria – Non c’era nessuno disponibile a ricandidarsi e c’era il rischio reale che il gruppo senza un coordinamento venisse chiuso dal sindaco, per legge. Con la Regione i rapporti non si sono mai chiusi soprattutto nella ricerca delle persone sia per l’anziano di Ancona (leggi l’articolo) che per la ragazza di Cupramontana (leggi l’articolo). Adesso ho fiducia nel vice sindaco Mauro Pellegrini che ci ascolta e comprende le nostre esigenze”. Tra i primi impegni da affrontare, riordinate le pratiche burocratiche nel passaggio di consegne con il precedente coordinatore, ci sarà l’allestimento  della nuova sede, nel polo della sicurezza di via Molino Mensa dove si riunisce il Coc in caso di emergenza.

“Sono state liberate 2 stanze e dopo la tinteggiatura attendiamo l’attivazione di una linea internet e un computer per spedire le nostre email istituzionali. – conferma il neo coordinatore- Il passaggio successivo sarà quello di ampliare il numero dei volontari. Oggi siamo 23 ma per una città di 35mila abitanti come Osimo dovremmo essere almeno 25 volontari nel rapporto con il numero di abitanti. Chi volesse far parte del gruppo comunale di protezione civile dovrà compilare il modulo della candidatura che sarà vagliata dal sindaco e della Regione. Poi dopo 6 mesi di pratica, affiancato dal nostro personale, frequenterà i corsi indetti dalla Regione secondo il decreto 81 e sarà abilitato a tutti gli effetti ad essere un volontario della Protezione civile”.

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X