facebook rss

Lavori in ritardo all’asilo
di Campocavallo: il sindaco:
“I test ci dicono che è sicuro”

OSIMO - Malumore tra i genitori dei bimbi che frequentano la scuola dell'infanzia della frazione, per il cantiere lumaca. "Giardino impraticabile per i ferri lasciati dagli operai e nuova aula con pavimento non pronto" lamentano i genitori. Simone Pugnaloni rassicura tutti: "Presto l'inaugurazione"
mercoledì 18 Ottobre 2017 - Ore 20:44
Print Friendly, PDF & Email

Osimo, il giardino della scuola dell’infanzia di Campocavallo

Dopo la riunione di ieri alla scuola materna di Campocavallo, ampliata di una nuova aula, i genitori hanno espresso tutte le loro perplessità sul web. “Le ‘buone notizie’ sono che i bambini non possono giocare in giardino perché ci sono sassi, ferri, attrezzature varie lasciate dalla ditta che ha svolto i lavori; nella classe nuova non è pronto il massetto che non si asciuga e bambini sono sbattuti di qua è di la. Grazie ancora amministrazione comunale: non non molliamo e attendiamo risposte. I lavori sono iniziati un anno fa” ha scritto un papà osimano ieri sera su facebook, senza nascondere delusione e rabbia.

Il sindaco Simone Pugnaloni intervenendo nel dibattito social ha cercato di stemperare le tensioni annunciando intanto che “le prove di carico fatte sui solai della scuola hanno dato esito positivo e questo significa che è un luogo sicuro. In settimana – ha spiegato il primo cittadino di Osimo – è iniziamo il montaggio del pavimento, quindi anche se in ritardo è l’ultimo atto prima dell’inaugurazione. Per ciò che concerne la parte esterna possono testimoniare le maestre quante volte sono venuto a controllare i lavori. Appena finito di montare la copertura al percolato, la ditta finira’ di pulire tutto il giardino e porterà via i residui delle lavorazioni svolte. Hanno cambiato anche i tombini rovinati sul giardino e hanno anche sistemato quelli del parcheggio all’entrata. Comunque tutti insieme tra qualche giorno inaugureremo l’aula”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X