facebook rss

Scout suicida, Cngei:
«Un nostro fratellino sempre sorridente,
gesto inspiegabile»

SENIGALLIA – La sezione di Ancona dell'associazione degli scout esprime il suo cordoglio per la morte del 14enne di Senigallia, trovato senza vita venerdì sera
domenica 28 Gennaio 2018 - Ore 18:00
Print Friendly, PDF & Email

I carabinieri nella sede scout di via Adige il giorno della tragedia

Scout suicida a 14 anni, la sezione di Ancona del Cngei esprime il suo cordoglio e la vicinanza per la tragica morte del ragazzo di Senigallia. Il corpo trovato senza vita venerdì notte, all’interno della sezione di Senigallia. Il presidente Cngei di Ancona Giuseppe Attilio Trotta ha voluto indirizzare un messaggio a tutti gli scout per testimoniare la vicinanza dell’associazione. “Abbiamo telefonato a Giampiero (Streccioni Girolimetti, ndr), Commissario della Sezione, per presentare la nostra vicinanza, la condivisione del dolore e la nostra vicinanza. Giampiero piangendo, si chiedeva del perché di un gesto così estremo da parte di un Capo Pattuglia sempre sorridente e apparentemente sereno. Vogliamo pensare che il nostro fratellino abbia scelto di morire nella sede scout anzichè altrove, perchè la sentiva come se fosse la sua casa. Buona caccia fratellino nei pascoli dell’infinito”. I carabinieri della compagnia di Senigallia indagano, su delega della Procura di Ancona, si cercano in particolare messaggi o tracce sul cellulare del 14enne che possano dare una spiegazione a questo dramma che sta scuotendo la città.

Suicidio dello scout, mistero sulle cause Sotto sequestro il cellulare

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X