facebook rss

Lavoratori della sanità,
la protesta in Regione

ANCONA - Fp Cisl Marche conferma la manifestazione regionale unitaria, davanti a Palazzo Raffaello, per domani mattina. Sarà un'assemblea sindacale all'aperto
Print Friendly, PDF & Email

Foto d’archivio

Fp Cisl Marche conferma la manifestazione regionale unitaria, davanti al Palazzo della Regione, prevista per domani, lunedi 5 febbraio, alle 9.30 con tutti i lavoratori della Sanita Marchigiana convocati, in assemblea all’aperto ad Ancona. “Saranno garantiti i servizi essenziali previsti per legge – chiarisce la sigla sindacale- e si fara’ di tutto per non creare problemi ai cittadini che vogliamo vicino a noi dato che la lotta per la valorizzazione dei professionisti della sanita marchigiana è legata anche alla necessita’ di garantire servizi sempre piu’ efficienti. Per questo una folta rappresentanza di infermieri, operatori socio sanitari, tecnici ed amministrativi dell’Area vasta 2, Ospedali Riuniti Torrette ed Inrca  sara’   presente ad Ancona per rivendicare il rinnovo del Contratto Nazionale di Lavoro fermo da dieci anni.  Buste paga piu’ leggere , carichi di lavoro piu’ pesanti, non certezza dei riposi ,mancata ancora definizione del problema  precariato , ritardi nelle sostituzioni di maternita’ e mobilita’, sono elementi forti di protesta per una sanita piu’ vicina ai cittadini ed in grado di valorizzare i lavoratori”. Le Regioni in questi giorni, hanno un importante ruolo di responsabilita’, per sbloccare, osserva ancha Fp Cisl “tramite la Conferenza Stato -Regioni, una situazione di stallo contrattuale ormai decennale che rischia0 di non creare piu’ le condizioni per avere un sistema sanitario pubblico all’altezza delle legittime richieste di lavoratori e cittadini”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X