facebook rss

Anziano di 70 anni
si toglie la vita in casa

SENIGALLIA - Era andato in bagno e la moglie, che era nell'appartamento con lui, non vedendolo uscire si è preoccupata. Stamattina alle 10 la tragica scoperta, quando i vigili del fuoco hanno aperto la porta della toilette
Print Friendly, PDF & Email

Foto d’archivio

Era riuscito a superare tanti momenti difficili nella sua vita, come può succedere a tutti ,ma forse quello che stava attraversando in queste ultime settimane, lo aveva costretto a tirare un bilancio esistenziale troppo gravoso. Il senso di depressione che si era trasformato in malattia dell’anima, l’incertezza del futuro, devono essersi persi in una spirale ossessiva di pensieri che nel silenzio della mente si sono ingigantiti tanto da spingerlo a decidere di morire, stamattina prima delle 10, a 70 anni. Un anziano di origini polacche ma da molti anni residente a Senigallia ha scelto di infliggersi un taglio alla gola con un coltello da cucina dopo essere entrato in bagno. La moglie, ignara di quello che stava accedendo, si trovava con lui nell’abitazione di via Fratelli Rosselli. Non vedendolo tornare in sala da pranzo si è preoccupata. Lo ha chiamato e ha cercato di aprile la porta della toilette che però era bloccata dall’interno dal corpo dell’uomo. Disperata e angosciata la donna ha chiesto aiuto al 118 e poco dopo sul posto è arrivata l’automedica con un’ambulanza e una pattuglia della polizia. E’ stato necessario attendere l’arrivo dei vigili del fuoco però per riuscire ad entrare nella stanza e trovarsi davanti ad una scena agghiacciante. Il medico di turno, non ha potuto far nulla per rianimare l’uomo e poco dopo sul posto è arrivata una seconda squadra dal Commissariato per i rilievi scientifici.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X