facebook rss

Controlli serali della Polizia:
denunciati due stranieri con armi,
uno viveva in un capanno

SENIGALLIA - Nel corso dei servizi mirati a prevenire e contrastare episodi di furti in abitazioni o attività commerciali, individuati un 40enne georgiano con un coltello a serramanico e un romeno 35enne con un attrezzo multiuso accuminato
Print Friendly, PDF & Email

I coltelli sequestrati dagli agenti della Polizia di Senigallia

Nel corso dei servizi in orario notturno, gli agenti del Commissariato di Ps di Senigallia, hanno svolto un controllo degli avventori presenti all’interno di un locale pubblico in via Sanzio. Durante il controllo, è stato rintracciato un cittadino straniero che, per la propria identificazione, esibiva il proprio passaporto prelevandolo dal borsello. Durante questo gesto gli agenti notavano che all’interno di una delle tasche l’uomo custodiva un coltello pieghevole. I poliziotti hanno proceduto al sequestro del coltello, considerato la presenza di quello strumento atto ad offendere, tenendo conto dell’orario notturno e del fatto che lo straniero non è riuscito a fornire giustificazioni sul possesso della lama. L’uomo, K. G., di nazionalità georgiana di circa 40 anni, da tempo presente a Senigallia, dopo esser stato condotto in Commissariato per ulteriori accertamenti, è stato denunciato per l’ipotesi di reato porto abusivo di armi.

Il capanno dove viveva il 35enne sorpreso dalla Polizia di Senigallia

Un equipaggio della Squadra Volante, inoltre, transitando in via Arceviese, ha notato un altro straniero, già noto alla forze dell’ordine per reati contro il patrimonio e porto di oggetti atti ad offendere, che, in sella ad una bicicletta, stava entrando nel parcheggio di un ristorante presente nelle vicinanze e poi, superata una rete di recinzione, si introduceva in un terreno privato per raggiungere una capanno fatiscente con una copertura in plastica al cui interno erano stati sistemati alcuni materassi, alcune vivande ed un fornello a gas. Una volta identificato A.I.,di circa 35 anni, di nazionalità romena e in Italia senza fissa dimora, i poliziotti hanno svolto un controllo più approfondito per verificare l’eventuale possesso di armi od oggetti atti ad offendere ed hanno rinvenuto un attrezzo multiuso in metallo di colore blu costituito da una piccola torcia a led e da una lama con punta acuminata oltre ad altri tre cacciavite di diversa forma e dimensioni. Considerati i trascorsi del giovane e la sua impossibilità di giustificare il possesso dell’attrezzo, è stato accompagnato in Commissariato per ulteriori accertamenti e anche in questo caso denunciato in stato di libertà per porto abusivo di armi ma anche per invasione di edifici.

Le attività di controllo del territorio effettuate dal personale del Commissariato di P.S. di Senigallia, diretto dal vice questore Agostino Licari, sono state finalizzate a prevenire e contrastare episodi di furti in abitazioni o attività commerciali, gli agenti procedevano ad effettuare diversi posti di controllo sia nelle vie a maggior volume di traffico che in aree interne. Nel corso del servizio sono state sottoposte a controllo circa 80 persone e 45 veicoli, e sono state elevare diverse sanzioni al codice della strada per mancata revisione dei veicoli, mancanza di documenti di guida e violazioni alle norme di comportamento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X