facebook rss

Blitz dei cani carabinieri sui bus
diretti a scuola: Artur e Anita
fiutano hashish e marijuana

LORETO - Stamattina i controlli a Loreto su 10 corriere di linea con gli studenti che frequentano all'Einstein Nebbia. Alla vista delle divise, su tre autobus provenienti da Porto Recanati e Castelfidardo qualcuno si è disfatto di corsa di uno ‘spinello’ e 2 involucri con il 'fumo'
Print Friendly, PDF & Email

Controlli dei cani carabinieri tra gli studenti (foto d’archivio)

Hascisc e marijuana abbandonati di corsa nei corridoi dei bus diretti a scuola. Questo hanno fiutato stamattina, Artur e Anita, la coppia di pastori tedeschi del Nucleo Cinofili dei carabinieri di Pesaro, dopo aver passato al setaccio 10 autobus, al capolinea del campo sportivo di Loreto, che trasportavano gli studenti in classe all’Istituto alberghiero e tecnico commerciale “Einstein-Nebbia”. Alla vista di divise e cani, qualcuno tra i ragazzi dai 15 ai 19 anni si è subito disfatto degli involucri con il ‘fumo’, lasciandoli sotto i sedili e sul corridoio dei mezzi pubblici. I militari della Stazione di Loreto, hanno rinvenuti e sequestrati uno ‘spinello’ di marijuana e 2 involucri contenenti hashish del peso complessivo di 5 grammi circa, abbandonati su 3 autobus di linea provenienti da Porto Recanati e Castelfidardo. L’operazione, coordinata dal maggiore Raffaele Conforti, era mirata a prevenire e contrastare lo spaccio di sostanze stupefacenti. Questi blitz delle forze dell’ordine incontrano il plauso degli stessi dirigenti scolastici. Sono sempre più giovani i ragazzi della Valmusone che iniziano a consumare stupefacenti e alcolici, come testimoniano le denunce formalizzate. L’età per fumare ‘spinelli’ tra i giovanissimi è infatti ormai scesa a 14 anni anche e, a quanto pare, il fenomeno non è più circoscritto solo allo ‘sballo del sabato sera’ come confermerebbe l’operazione sugli autobus scolastici.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page