facebook rss

Ripristinata l’attività
del blocco operatorio
dell’ospedale di Senigallia

MALTEMPO - Un'area era rimasta in parte chiusa per l’allagamento di un locale in questi giorni di emergenza neve, collegato alla rottura improvvisa di una tubazione di acqua calda
venerdì 2 marzo 2018 - Ore 16:41
Print Friendly, PDF & Email

L’ospedale di Senigallia (foto Giusy Marinelli)

Ripristinata l’attività del blocco operatorio dell’ospedale di Senigallia, rimasto in parte chiuso per l’allagamento di un locale in questi giorni di emergenza neve. “Il blocco deputato all’accoglimento delle emergenze (nel nuovo monoblocco), non è stato interessato da alcuna problematica di tipo tecnico, rimanendo pertanto sempre operativo e nella condizione di gestire qualunque emergenza-urgenza – spiega il dg dell’Area Vasta 2, Maurizio Bevilacqua – Nel secondo blocco operatorio (quello della palazzina A1) sono invece subentrate criticità tecniche legate a rottura improvvisa e circoscritta di una tubazione di acqua calda, che ha generato infiltrazioni in prossimità di aree contigue alle sale operatorie. Il guasto è stato prontamente risolto dall’area tecnica ma, in via cautelativa, l’attività delle suddette sale è stata provvisoriamente sospesa per questioni igienico sanitarie”.

Maurizio Bevilaqcua, dg dell’Area Vasta 2

Bevilacqua specifica anche che “già nella stessa mattinata di giovedì 1 marzo, i direttori dell’area chirurgica, nonché il responsabile e la coordinatrice del blocco operatorio hanno avuto rassicurazioni sul ripristino della piena efficienza delle sale a far data dalla giornata successiva, mantenendo, quindi, la calendarizzazione delle attività chirurgiche programmate, senza necessità di procrastinare interventi o dimettere i pazienti in attesa. Ad oggi, 2 marzo, l’attività è pienamente ripristinata e si svolge regolarmente”.

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X